Quasi cento chilogrammi di marijuana in un box di Marassi

I carabinieri hanno arrestato un quarantenne con precedenti specifici. La droga, immessa sul mercato, avrebbe dato ricavi che avrebbero sfiorato la somma di duecentomila euro

Nel pomeriggio di giovedì 2 novembre 2017, i carabinieri della compagnia di San Martino hanno fatto luce sull'illecita attività di spaccio posta in essere da un quarantenne di origine albanese, già noto alle forze dell'ordine per aver commesso reati della stessa fattispecie e residente da anni a Genova.

I militari, insospettiti dalla frequente presenza del soggetto nel quartiere di San Martino e San Fruttuoso, sono riusciti a identificare alcuni locali in uso al quarantenne, nel quartiere di Marassi.

I carabinieri, dopo alcuni appostamenti, mimetizzandosi tra i giovani tifosi che in questi giorni danno la caccia agli ultimi biglietti per il derby in programma questo fine settimana, sono riusciti a risalire con precisione al locale in questione dove, a seguito di un controllo, hanno rinvenuto 93 chilogrammi circa di marijuana, suddivisa in 96 confezioni di plastica termosigillate, nascoste all'interno di 4 bidoni di plastica, nonché altro materiale atto alla pesatura e allo spaccio.

Il soggetto, che è stato sorpreso all'interno del locale, nella serata di ieri è stato arrestato e trasferito presso il carcere di Marassi. Il rinvenimento dell'ingente quantitavo di droga ha sottratto al mercato cittadino, sul quale sarebbe stato sicuramente immesso, ricavi che avrebbero sfiorato la somma di duecentomila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Allerta meteo, fulmine spegne la Lanterna. Neve e frane nell'entroterra

Torna su
GenovaToday è in caricamento