Detenuto s'impicca con le lenzuola, salvato dagli agenti penitenziari

Ancora un tentato suicidio nel carcere di Marassi. A raccontare l'accaduto è Fabio Pagani, segretario regionale della Uil. «L'uomo è stato salvato dagli agenti della Penitenziaria, mentre erano già evidenti i primi segni del soffocamento»

«Ancora una volta, il tempestivo ed efficace intervento della Polizia Penitenziaria ha impedito che la già lunga scia di morti per suicidio in cella potesse allungarsi». È quanto dichiara Fabio Pagani, segretario regionale della Uil Pa Penitenziari.

«Intorno alle 13 di giovedì 14 marzo 2019 a Marassi un detenuto magrebino, ristretto nel centro clinico al primo piano, è stato salvato in extremis dal soffocamento per impiccagione - racconta Pagani -. Il detenuto, già sottoposto a grande sorveglianza, ha tentato di impiccarsi con una corda ricavata dalle lenzuola del letto, legata alle sbarre della finestra della camera. L'uomo è stato salvato dagli agenti della Penitenziaria, mentre erano già evidenti i primi segni del soffocamento».

«A Marassi sono presenti 700 detenuti, a fronte di una capienza massima di circa 450 - denuncia il segretario regionale -. La Polizia penitenziaria continua a salvare vite, ad essere oggetto di aggressioni e messa nelle condizioni di non poter incidere a salvaguardare i livelli di sicurezza. Ma grazie all'impegno, alla dedizione, alla professionalità i baschi blu continuano a salvare vite umane e a garantire la sicurezza dell'Istituto, sperando che il ministro sia attento a percepire l'urgenza e la necessità di procedere alle assunzioni nella Polizia penitenziaria, i cui organici registrano vacanze per circa seimila unità, oltre alle criticità strutturali delle strutture penitenzirie e della carenza dei fondi per mezzi, missioni e carburante».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • Elicottero su via Balbi e Principe, Alberto Angela al lavoro per le sue "Meraviglie"

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

Torna su
GenovaToday è in caricamento