Lungomare Canepa, battaglia legale per la galleria fonoassorbente

I residenti lanciano una raccolta fondi per pagare le spese di una causa e intimare l'installazione della protezione

Lettere aperte al Mit in cui si parla di “una condanna a morte”, interrogazioni in consiglio comunale e in consiglio regionale, esposti in procura, denunce sui social e a mezzo stampa, ma per i residenti di lungomare Canepa, assediati da traffico, smog e rumore dei lavori e delle centinaia di mezzi che vi circolano, una soluzione concreta ancora non si vede. E dunque il Comitato Lungomare Canepa ha deciso di procedere ancora una volta per vie legali, annunciando l’intenzione di intentare una causa per chiedere l’installazione della tanto attesa galleria fonoassorbente.

A oggi, pur avendone più volte parlato, il sindaco Marco Bucci e la sua giunta non hanno ancora sottomano alcun progetto: l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Paolo Fanghella, aveva confermato quanto detto dal sindaco, e cioè che sarà necessario attendere la fine dei lavori e la consegna della strada finita per iniziare a progettare la galleria fonoassorbente. La compenteza, d’altronde, non è del Comune di Genova, ma di Anas, che - stando a quanto annunciato dal governatore Giovanni Toti in consiglio regionale, stanzierà per il territorio ligure 12 milioni di euro, parte dei quali potrebbero essere impiegati  per realizzare la galleria.

«Promesse senza impegno concreto», attacca il Pd, mentre i residenti, sotto l’egida del Comitato Lungomare Canepa, continuano la loro battaglia con una raccolta fondi online per finanziare le spese legali: «Si sono conclusi i rilievi acustici relativi alla nuova viabilità di Lungomare Canepa - ha fatto sapere la presidentessa Silvia Giardella  - Come previsto e denunciato da quasi un anno e mezzo, il rumore in Lungomare Canepa, emesso dal traffico stradale, supera di gran lunga i limiti di legge di giorno e ancor più gravemente di notte. Si tratta di misurazioni aventi valore legale, perché realizzate da tecnico abilitato».

«Il progressivo perfezionamento del nuovo nodo viabile genovese minaccia di aumentare ulteriormente il rumore stradale, in danno della salute dei cittadini di Sampierdarena - ha aggiunto Giardella - Si tratta potenzialmente di un migliaio di abitanti, i quali sono peraltro afflitti dall'aria più inquinata di Genova, con superi, per alcuni inquinanti, dei parametri di legge.  Alla luce del grave silenzio delle Istituzioni ( Mit, Autorità portuale, Anas, Comune di Genova) a fronte della diffida legale, che circa 70 cittadini hanno già ritenuto di proporre, il Comitato Lungomare Canepa coordinerà l'azione legale che resta per i cittadini l'unico baluardo per la difesa della propria salute».

A oggi sono stati raccolti circa 500 euro a fronte di una spesa preventiva di 4.900.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento