Luca Delfino torna in tribunale: accusato di violenza sessuale su compagno di cella

Il killer di Antonella Multari, condannato a 16 anni e 8 mesi di carcere con rito abbreviato, è stato accusato da un detenuto di Sollicciano di averlo palpeggiato e perseguitato

Torna in tribunale Luca Delfino, in carcere per l’omicidio dell’ex fidanzata Antonella Multari, avvenuto nel 2007 a Sanremo, e indagato anche per il delitto di Luciana Biggi, avvenuto a Genova nel 2006, per cui è stato poi assolto per insufficienza di prove. Delfino, assistito dall’avvocato Riccardo Lamonaca, è tornato in aula per rispondere delle accuse di stalking e violenza sessuale ai danni di un detenuto.

Stando a quanto denunciato dall’uomo, Delfino, oggi 42 anni, lo avrebbe svegliato una notte palpeggiandolo. Il gip ha rinviato l'udienza al 4 novembre, ordinando una perizia psichiatrica sul detenuto. Si tratta dello stesso uomo che aveva portato a una seconda indagine nei confronti di Delfino, nata dalla procura di Firenze: l’uomo aveva raccontato che Delfino gli aveva confessato di avere ucciso un compagno di cella a Sollicciano, e di essere riuscito a fare passare quanto accaduto come un suicidio.

Proprio a Solilcciano Delfino era stato vittima di un’aggressione in cella, ed era stato trasferito nel carcere di Pontedecimo. Lo scorso anno il killer - condannato a 16 anni e 8 mesi con rito abbreviato per l’omicidio di Antonella Multari - aveva chiesto e ottenuto uno sconto di pena, pochi giorni ma sufficienti a scatenare le polemiche sulle sorti di un uomo che è sospettato di avere commesso almeno tre omicidi, compreso quello della Multari, e accusato di diverse violenze sessuali. Il fine pena, a oggi, è fissato al 2023: se ritenuto ancora pericoloso, dovrà essere trattenuto in una struttura psichiatrica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

Torna su
GenovaToday è in caricamento