Spaccio in stazione e sul lungomare, arresti e denunce a Lavagna

In manette un uomini colti in fragranza, denunciati altri 4, tra cui un minore: decine i controlli operati dai poliziotti del commissariato di Chiavari

Giro di vite allo spaccio di droga a Lavagna, dove i poliziotti del commissariato di Chiavari hanno intensificato i controlli in zone considerate maggiormente a rischio, e cioè la stazione ferroviaria e il lungomare.

Tra fine giugno e inizio luglio sono state due le persone arrestate, cinque quelle denunciate. Nel primo caso si tratta di un cittadino marocchino sorpreso a vendere cocaina a un gruppo di ragazzi, e di un cittadino di origini irachene scoperto a confezionare dosi di cocaina nei bagni della stazione. L’uomo, richiedente asilo, ha tentato di scappare aggredendo i poliziotti: bloccato, in tasca aveva 15 grammi di cocaina, ed è stato arrestato con le accuse di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, un arresto convalidato poi dal giudice.

Nel corso dei servizi, effettuati solitamente in orario pomeridiano o di notte, sono stati inoltre denunciate quattro persone, due delle quali minorenni, sempre per spaccio. Uno dei due ragazzi è stato fermato dagli agenti del commissariato mentre stava vendendo delle dosi di marijuana ad alcuni coetanei. Denunciato inoltre a che un mantovano trovato in possesso di 100 grammi di marjiuana: l’uomo vendeva le dosi sia in casa sia consegnandole a domicilio a bordo del suo veicolo, un’Ape Car.

Infine durante l’intera attività sono state segnalate all’autorità aamministrativa 9 persone per uso personale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse nei municipi Ponente e Medio Ponente, allagamenti nella notte e caos viabilità

  • Meteo: fine settimana di maltempo, allerta su tutta la Liguria

  • Incidente al casello, un morto

  • A San Desiderio l'ultimo saluto a Luca

  • Ferrari si schianta in autostrada, ferito il guidatore

Torna su
GenovaToday è in caricamento