Karaoke a tutto volume e calci alla porta del vicino di casa

La serata procedeva fra canti sfrenati sulle note del karaoke quando un vicino di casa, stufo di sopportare quei rumori molesti, è andato a chiedere di abbassare il volume. Pochi minuti dopo tre persone hanno iniziato a prendere a calci la sua porta

Genova - Due volanti della polizia sono state inviate ieri sera, domenica 10 marzo 2013, in vico Inferiore di Sant'Antonio per una segnalazione di lite tra vicini di casa. Giunti sul posto i poliziotti hanno preso contatti con il richiedente, un genovese di 42 anni, che ha spiegato loro la situazione.

Gli inquilini dell'appartamento sottostante, tutti di origine filippina, sono soliti produrre rumori molesti a tutte le ore del giorno e della notte. Ieri, dopo aver sopportato per ore i suoni e le voci provenienti da un karaoke, stufo della situazione, si è recato la piano inferiore, pregando i vicini di abbassare il volume.

Gli stranieri per tutta risposta hanno iniziato a insultarlo e dopo pochi minuti, tre di loro sono saliti al piano superiore prendendo a calci la porta d’ingresso del genovese.

Gli uomini in divisa hanno quindi raggiunto gli occupanti dell’appartamento segnalato, constatando che tra le persone presenti vi era un cittadino di origine filippina di 36 anni, non in regola sul territorio nazionale. Per questo motivo lo straniero è stato accompagnato presso gli uffici della questura e denunciato alla competente autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Allerta meteo rossa tra domenica sera e lunedì: scuole chiuse, le previsioni del tempo

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse nei municipi Ponente e Medio Ponente, allagamenti nella notte e caos viabilità

  • Allerta rossa, Limet: «È come se la Liguria fosse sommersa di benzina. Finchè qualcuno non spara il colpo»

  • Meteo: fine settimana di maltempo, allerta su tutta la Liguria

  • Incidente al casello, un morto

Torna su
GenovaToday è in caricamento