Lavoratori spiati da telecamere o 'in nero', 5 municipi passati al setaccio

Polizia locale e ispettorato del lavoro hanno compilato 44 sanzioni di polizia annonaria e 22 per violazioni alle normative sull'impiego dei lavoratori. I controlli proseguiranno negli altri quattro municipi

Quartieri genovesi passati al setaccio in occasione di un'operazione congiunta della polizia locale e dei funzionari dell'Ispettorato del Lavoro insieme a funzionari Inps e Inail per i controlli sul rispetto delle norme di tutela dei lavoratori in materia commerciale. In totale sono state controllate 36 attività. 44 le sanzioni di polizia annonaria e 22 per violazioni alle normative sull'impiego dei lavoratori. 4 i lavoratori 'in nero' individuati e 2 le attività commerciali a cui è stata sospesa la licenza.

Oltre a questo, i controlli hanno evidenziato una serie di incongruenze sull'impiego del personale in 5 esercizi ora al vaglio dei funzionari dell'Ispettorato del Lavoro. Gli agenti e gli uomini dell'Ispettorato hanno controllato le attività di 5 dei 9 municipi cittadini, per verificare il rispetto delle norme sulla tutela e la sicurezza dei lavoratori e delle norme in materia commerciale. Al più presto verranno organizzate attività di controllo anche negli altri 4.

Nel Municipio Centro Est i controlli si sono svolti nel centro storico, in via di Prè, via del Campo, Turati, via San Lorenzo e Canneto il Lungo, dove sono state contestate 19 infrazioni per violazioni a norme igienico sanitarie, alimenti sprovvisti di indicazione degli ingredienti, bilance non sottoposte alla prevista revisione di corretto funzionamento, ben 12 sanzioni per lavoro sommerso, lavoratori assunti come part time e invece impiegati a tempo pieno, pagamento dei dipendenti con mezzi non tracciabili, mancata redazione del previsto documento di valutazione dei rischi aziendali, sorveglianza illecita dei dipendenti con sistemi di videosorveglianza.

Nel Municipio Centro Ovest le ispezioni hanno interessato via Cantore, via Molteni, via Avio, via Buranello e via Rolando, con otto sanzioni per violazioni igienico-sanitarie, bilance con revisione scaduta, personale sprovvisto degli indumenti idonei per il maneggio di alimenti, e cinque sanzioni per mancata formazione dei lavoratori in materia di sicurezza.

Nella Bassa Valbisagno i controlli si sono svolti in via Bertuccioni e corso Sardegna, con sei sanzioni per violazione delle leggi sul commercio in materia di vendite straordinarie, mancanza di autorizzazione all'apertura e mancanza dei requisiti del titolare per l'esercizio della attività.

Nel Medio Ponente, a Sestri, sono state controllate via Travi e piazza Di Vittorio, dove sono state comminate sei sanzioni per somministrazione di bevande e alimenti senza licenza, mancata esposizione prezzi e mancato uso procedure di controllo sulla salubrità degli alimenti prodotti. Cinque le sanzioni per lavoro sommerso, lavoro nero e mancata iscrizione agli enti previdenziali di collaboratori familiari.

In Valpolcevera i controlli si sono concentrati in via Rivarolo, via Canepari e piazza Pastorino, con cinque sanzioni per violazioni norme sul commercio, bilance non revisionate e mancata esposizione dei prezzi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito da un'auto mentre cammina in Sopraelevata: morto sul colpo

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Tragedia a Rapallo, 32enne trovato morto per strada

  • Meteo, perturbazione in arrivo sulla Liguria

  • Sorpassa una volante dei carabinieri e li insulta

  • Armato di pistola fa irruzione in pizzeria e minaccia la titolare: paura a Bolzaneto

Torna su
GenovaToday è in caricamento