Scuola, un nuovo nido al Campasso e 160 assunzioni

La nuova struttura è attiva da luglio, e affiancherà l'offerta della scuola dell'infanzia Govi. Che potrebbe presto essere trasferita negli spazi del riqualificato ex mercato. Potenziato anche il personale

Stabilizzazione del personale già in servizio, e nuove assunzioni per potenziare il settore scolastico e rispondere a una richiesta sempre più alta: questi i princìpi alla base della delibera approvata in mattinata dalla giunta comunale, che prevede la concretizzazione di 160 assunzioni entro il mese di settembre.

La notizia è arrivata a margine della conferenza stampa di presentazione del progetto di riqualificazione urbana che riguarda Sampierdarena, Certosa e il Campasso, per cui il Comune ha intenzione di chiedere al governo un finanziamento di 18 milioni di euro cui aggiungerà 6 milioni di tasca propria. E in un’ottica di valorizzazione e rilancio dei quartieri una parte degli sforzi, pur collaterali, vanno anche al settore scolastico, con l’ipotesi di trasferire all’interno dell’ex mercato del Campasso, inserito tra gli edifici da riqualificare, la scuola d’infanzia Govi, attualmente ospitata in un appartamento al primo piano di un edificio di via Pellegrini. L’idea è quella di congiungere ulteriormente il quartiere di Sampierdarena con il Campasso e Certosa, complice anche l’istituzione, a partire dello scorso luglio, di un nuovo nido a gestione comunale che sorge a pochi passi dalla Govi.

«In futuro, una volta riqualificato l’ex mercato del Campasso, la scuola materna Govi verrà inserita in un complesso moderno e ristrutturato che avrà anche un centro sportivo per la creazione di un polo per bambini dagli 0 ai 6 anni», ha spiegato il sindaco Doria, mentre l’assessore al Personale, Isabella Lanzone, ha confermato l’intenzione da parte dell’amministrazione di garantire l’offerta scolastica sul territorio non soltanto con l’istituzione del nuovo nido e il trasferimento della Govi in nuovi spazi, ma anche attraverso la stabilizzazione a tempo indeterminato di 48 tra insegnanti di scuola d’infanzia e assistenti del nido assunti sino a oggi a tempo determinato, e l’assunzione a tempo determinato di 44 nuovi insegnanti, 27 assistenti, 39 collaboratori per i servizi socio culturali e un cuoco, con contratti che avranno durata sino al 30 giungo 2017.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Si tratta di un passo importante, 160 nuove assunzioni in un momento in cui in altre città si assiste a tagli ed esternalizzazioni dei servizi all’infanzia - ha proseguito l’assessore Lanzone - Con questa delibera abbiamo voluto potenziare e rafforzare l’offerta scolastica della città, confermando le persone che già vi sono inserite e prevedendo nuove assunzioni immediate, che verranno concretizzate entro settembre 2016»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Coronavirus, ecco il nuovo modulo di auto-certificazione per gli spostamenti

Torna su
GenovaToday è in caricamento