Morte di Sharmilan Bramanantha, la procura apre un'inchiesta

Disposta l'autopsia sul corpo del 25enne deceduto nello schianto contro un'auto della polizia. L'agente alla guida della volante è stato iscritto nel registro degli indagati per omicidio stradale

È stata aperta un'inchiesta sulla morte di Sharmilan Bramanantha, il 25enne, italiano di origini cingalesi, morto nella notte tra sabato 12 e domenica 13 ottobre in via Cornigliano, nello scontro tra il suo scooter e una volante della polizia.

Il magistrato di turno ha disposto l'autopsia sul corpo del ragazzo e il sostituto procuratore Gabriella Marino ha aperto un fascicolo e ha deciso di indagare l'agente alla guida della volante per omicidio colposo.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia e dai vigili urbani, la volante stava intervenendo su un danneggiamento in un supermercato Basko. Gli agenti, secondo quanto appreso, hanno acceso il lampeggiante (mentre proseguono gli accertamenti sul fatto che sia stata attivata la sirena) e hanno attraversato a media velocità l’incrocio tra via Doufour e via Cornigliano con il semaforo rosso.

Quando il mezzo della Polizia è giunto a metà incrocio è arrivato lo scooter guidato da Bramanantha, passato col verde, forse a velocità sostenuta. Gli agenti hanno sterzato cercando di evitare lo schianto ma il centauro è stato sbalzato a terra.

Bramanantha lascia un bambino piccolo e la moglie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Speciale Rai su De André, piovono le critiche e il figlio Cristiano "punge" gli autori

  • Accasciato sul volante, passante dà l'allarme ma è troppo tardi

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Allerta meteo, fulmine spegne la Lanterna. Neve e frane nell'entroterra

  • Incidente in fabbrica a Prà’, muore 26enne

Torna su
GenovaToday è in caricamento