Investì e uccise vigile urbano, condanna confermata in appello

Condannato anche in secondo grado a 2 anni e 8 mesi di reclusione Andrea Miroli, il 36enne che nel marzo del 2014 sulla strada per Portofino travolse e uccise il 31enne Stefano La Rizza

Condanna confermata anche in appello per Andrea Miroli, il 36enne di Portofino che nel marzo del 2014 investì e uccise il 31enne Stefano La Rizza, vigile urbano di Chiavari, in un incidente avvenuto sulla strada che collega Santa Margherita a Portofino.

I giudici della Corte d’Appello hanno di fatto concordato con il giudice per le indagini preliminari, Claudio Siclari, condannando Miroli a 2 anni e 8 mesi di reclusione e assolvendolo dall’accusa di guida dotto l’effetto di sostanza stupefacenti, non ritenendo che ci siano abbastanza prove per dimostrare che il principio attivo della cannabis riscontrato nel sangue abbia influito sulla sua guida.

I fatti risalgono al 9 marzo del 2014, quando Miroli, allora 34enne, viaggiando a bordo della sua Audi all'altezza della Cervara invase la corsia opposta al suo senso di marcia scontrandosi con lo scooter guidato da La Rizza e uccidendolo sul colpo. Processato con il rito abbreviato per omicidio colposo, era stata condannato in primo grado lo scorso settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

Torna su
GenovaToday è in caricamento