Incendio sulle alture di Nervi, fumo in autostrada

Le fiamme sono divampate alle pendici del monte Fasce, in una zona molto impervia, e il fumo si è rapidamente diffuso anche sull'A12

Un incendio è scoppiato in mattinata sulle alture di Nervi, alle pendici del monte Fasce, causando ripercussioni anche sull’autostrada A12 all’altezza dell’area di servizio di Sant’Ilario. Il rogo è divampato intorno alle 10, e alle 14.30 il fronte era di circa 500 metri, con 20 volontari impegnati sul posto, e l'elicottero è stato costretto a lasciare la zona a causa del forte vento. La situazione si è ulteriormente aggravata a causa del vento, e poco prima delle 16 il tratto autostradale è stato chiuso in entrambi i sensi di marcia. La maggiore preoccupazione adesso è rivolta alle abitazioni della zona, cui il fronte si sta pericolosamente avvicinando.

Il fumo è stato segnalato proprio da alcuni automobilisti che stavano percorrendo l’autostrada in direzione del capoluogo ligure, e che l’hanno notato uscendo dalla galleria del monte Giugo. Diverse segnalazioni sono arrivate anche dai residenti della zona, preoccupati per la vicinanza delle fiamme ad alcune case, e alcune testimonianze riferiscono di «aria irrespirabile» nella zona di via del Commercio.

VIDEO | Incendio sopra Nervi, Vigili del fuoco in azione

Sul posto è già intervenuta una squadra dei Vigili del fuoco per contenere il fronte, ma vista la zona impervia e le forte raffiche di vento è stato richiesto anche l’intervento del Canadair da Roma Ciampino: intorno a mezzogiorno sul tratto autostradale tra i caselli di Recco e Nervi si è formata una lunga coda dovuta alla messa in sicurezza della scarpata all'altezza del km 14, e Autostrade per l'Italia consiglia a chi è diretto verso il capoluogo ligure di uscire a Recco e percorrere l'Aurelia rientrando eventualmente a Nervi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli ultimi due giorni Vigili del fuoco e volontari della Protezione Civile sono entrati in azione più volte per diversi roghi divampati nel levante genovese: l'ultima ieri, a Camogli, per un incendio scoppiato sotto la chiesa di San Rocco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus e affitto: cosa succede per inquilino e proprietario

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • Coronavirus, lo studio del fisico: «A Genova morti 7-8 volte superiori ai dati ufficiali»

  • Invasione di formiche in casa: come combatterla con metodi naturali senza uscire di casa

  • Festa in casa tra ragazzi, per sfuggire al controllo minorenne rischia di precipitare dal balcone

Torna su
GenovaToday è in caricamento