Stop all'Imu per gli stabilimenti balneari rimovibili

La decisione della Commissione tributaria regionale della Liguria presa discutendo un ricorso presentato da un esercente

Gli stabilimenti balneari di facile rimozione non dovranno pagare l'IMU. La decisione è stata presa in seguito all'esame di un ricorso presentato alla Commissione tributaria regionale della Liguria da una società concessionaria di uno stabilimento balneare. Il gestore si era opposta al pagamento ritenendo che per il suo stabilimento mancasse il requisito di "stabilità delle opere", dato che ogni anno, a fine stagione, deve rimuovere la struttura per legge.

Dal coordinatore di Fiba Confesercenti, Matteo Rezzoagli commenti positivi "che l'IMU non vada pagata da chi gestisce uno stabilimento noi lo abbiamo sempre sostenuto, un gestore è come un affittuario: chi paga è il proprietario. Ci siamo sempre battuti per far avere giustizia ai gestori degli stabilimenti che si sono trovati a pagare una tassa su un bene che non é di loro proprietà"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 2017 tutti le amministrazioni comunali liguri dovranno prendere atto del provvedimento e applicarlo a tutti gli stabilimenti balneari in modo da evitare ulteriori ricorsi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Genova, tutte le attività commerciali che sono aperte e che fanno consegna a domicilio

Torna su
GenovaToday è in caricamento