Ilva: lavoratori in corteo contro il sequestro dell'impianto di Taranto

Oltre 200 lavoratori dell'Ilva di Cornigliano sono usciti dai cancelli per protestare contro il sequestro delle aree della società a Taranto. Le lavorazioni svolte a Genova dipendono in gran parte da manufatti provenienti dalla Puglia

Genova - Oltre 200 lavoratori dell'Ilva di Cornigliano a Genova sono usciti dai cancelli per protestare contro la decisione dei giudici di sequestrare le aree della società a Taranto.

La preoccupazione dei lavoratori genovesi è molto forte perché le lavorazioni svolte a Genova dipendono in gran parte da manufatti provenienti dalla Puglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Tra cinque giorni - ha detto il segretario della Fiom Grondona - non avremo più materiale da lavorare». Il corteo si dirige verso la Prefettura (Ansa).

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • Coronavirus, 51 morti in un giorno. I casi positivi sono 2.329

  • Coronavirus, l'intuizione al Villa Scassi: apparecchiature da sub per testare l'efficacia dei ventilatori

  • Coronavirus: i casi positivi sono 2.758, oltre 1.300 i ricoverati

  • Coronavirus: oltre 2.400 casi in Liguria, aumentano i guariti

Torna su
GenovaToday è in caricamento