Ilva: lavoratori in corteo contro il sequestro dell'impianto di Taranto

Oltre 200 lavoratori dell'Ilva di Cornigliano sono usciti dai cancelli per protestare contro il sequestro delle aree della società a Taranto. Le lavorazioni svolte a Genova dipendono in gran parte da manufatti provenienti dalla Puglia

Genova - Oltre 200 lavoratori dell'Ilva di Cornigliano a Genova sono usciti dai cancelli per protestare contro la decisione dei giudici di sequestrare le aree della società a Taranto.

La preoccupazione dei lavoratori genovesi è molto forte perché le lavorazioni svolte a Genova dipendono in gran parte da manufatti provenienti dalla Puglia.

«Tra cinque giorni - ha detto il segretario della Fiom Grondona - non avremo più materiale da lavorare». Il corteo si dirige verso la Prefettura (Ansa).

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento