Ilva, Bagnasco: «Trovare una via mediana fra governo e magistrati»

«Non si può dare un taglio netto ma, come sempre in questi casi, bisogna trovare una via mediana». Così il presidente della Cei Angelo Bagnasco commenta la possibile contrapposizione tra Governo e magistratura di Taranto sul decreto per l'Ilva

Genova - «Non si può dare un taglio netto ma, come sempre in questi casi, bisogna trovare una via mediana». Così il presidente della Cei Angelo Bagnasco commenta la possibile contrapposizione tra Governo e magistratura di Taranto sul decreto per l'Ilva. «Apprezzò molto la firma del decreto da parte del Capo dello Stato».

«Credo - ha aggiunto Bagnasco - che la firma del decreto sia nell'apprezzamento ovvio di tutti perché permette di sbloccare una situazione che era sempre più drammatica per decine di migliaia di persone, preoccupate per la perdita del lavoro e per la salute propria, dei figli e dei familiari».

«In questi casi complessi, non si può dare un taglio netto - ha detto Bagnasco - ma bisogna trovare una via mediana che consenta, in tempi ragionevoli, certamente più rapidi possibili, di salvaguardare salute e lavoro» (Ansa).

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

  • La triste leggenda del costruttore della Lanterna

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

  • Il fantasma "maleducato" delle Mura dello Zerbino

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Weekend lungo di Ferragosto a Genova e provincia: fuochi d'artificio, sagre, cultura e tanto altro

  • Scossa di terremoto avvertita anche in Liguria

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Litigio tra ubriachi sulla spiaggia di Voltri, paura tra i bagnanti

  • Tentata rapina a Bolzaneto, giovane turista accoltellata davanti al figlio

Torna su
GenovaToday è in caricamento