Sente urlare e citofona al vicino che lo prende a testate

Dopo aver sentito delle grida provenire dall'appartamento accanto al suo, un genovese di 39 anni ha suonato al citofono del vicino. Quest'ultimo ha aperto la porta e immediatamente ha colpito l'uomo con due testate. Aggrediti anche i poliziotti

Genova - Ieri sera, mercoledì 27 giugno 2012, una volante della polizia è intervenuta in via Villini Negrone dopo la segnalazione di un genovese di 39 anni, che ha raccontato agli agenti di essersi recato presso l’abitazione del vicino di casa in quanto sentiva all’interno urla e grida di una donna e di un bambino.

Allarmato, ha suonato alla porta dell’appartamento dei vicini per sincerarsi della situazione, ma il coinquilino, un italiano di 46 anni, una volta aperta la porta, senza alcun motivo lo ha colpito con due testate. Gli operatori, una volta entrati nell’appartamento, hanno cercato di calmare l’uomo, ma, causa l’abuso di sostanze alcoliche, quest'ultimo ha reagito anche contro gli agenti che prontamente lo hanno immobilizzato.

La moglie, una genovese di 42 anni, ha raccontato agli operatori, che il marito, spesso e volentieri è ubriaco e diventa molesto alzando le mani su di lei davanti al loro figlio minore. Il quarantaseienne è stato denunciato per minacce gravi e resistenza a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

  • La triste leggenda del costruttore della Lanterna

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

  • Il fantasma "maleducato" delle Mura dello Zerbino

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Weekend lungo di Ferragosto a Genova e provincia: fuochi d'artificio, sagre, cultura e tanto altro

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • Scossa di terremoto avvertita anche in Liguria

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Litigio tra ubriachi sulla spiaggia di Voltri, paura tra i bagnanti

Torna su
GenovaToday è in caricamento