Genova: l'origine del nome tra curiosità e leggenda

Cosa significa "Genova"? Le opzioni sono molteplici. Si passa da "bocca", a "ginocchio" e ancora a "porta". Secondo una recente teoria, Genova sarebbe "Città nuova"

Il nome della nostra città risulterà sicuramente bellissimo per tutti i suoi abitanti, spinti dall'amore per il luogo che considerano casa. Ma cosa significa - e da cosa deriva - in realtà "Genova"? Le ipotesi sono diverse.

L'origine viene generalmente ricondotta a una radice indoeuropea *geneu- ("ginocchio") oppure *genu- ("mascella, bocca"). Nel primo caso si potrebbe indicare l'insenatura del Porto Vecchio, che ricorda la curvatura interna del ginocchio, mentre genu- sarebbe un'allusione alla foce ("bocca") di uno degli antichi corsi d'acqua del sito. 

Una delle opzioni ritenute più valide è quella secondo cui deriverebbe da "ianua", che in latino significa "porta". Per gli antichi Romani, Genova costituiva il confine tra l'impero Romano e la provincia Gallica. Una vera e propria "porta", in questo senso, che potrebbe riferirsi anche alla sua collocazione geografica di "porta sul mare".  

Questa ipotesi sembra la più apprezzata tra i linguisti, che considerano Genua e Genaua - Ginevra - varianti dello stesso nome. Non a caso, la posizione geografica e la conformazione della città svizzera ricordano appunto quella genovese.

Secondo la leggenda, invece, il nome della nostra città deriverebbe dal nome del dio romano Giano a due facce (foto). Genova, allo stesso modo, ha due volti: uno rivolto verso il mare, l'altro verso i monti che la circondano.

Stando a una recente teoria, l'origine del nome potrebbe ricondursi a una parola etrusca, "kainua" ("Città nuova"), ritrovata sul coccio di un vaso.

In dialetto, ha subito una variazione: in passato veniva chiamata Zenoa - e si pronunciava "Zenua" - fino all'attuale "Zena".

Ogni ipotesi rappresenta al meglio la nostra città, che è sì una "bocca" sul mare, ma al tempo stesso è una "porta" per tutti coloro che vi si recano e da qui partono.

proprio come Giano ha due facce, che permettono ai genovesi di scegliere tra mare d'estate, e monti d'inverno, regalando delle brevissime fughe lontano da casa senza dover percorrere troppi chilometri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • I migliori ristoranti sushi all-you-can-eat di Genova: la guida 2020

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

Torna su
GenovaToday è in caricamento