Rissa fra Caruggi e Brigata Speloncia prima di Genoa-Lazio, 18 denunciati

Tutti i soggetti denunciati hanno precedenti penali che vanno dal tentato omicidio alla rissa, violenza e resistenza al pubblico ufficiale, nonché per reati contro il patrimonio o in materia di stupefacenti

Foto Facebook

Non sempre gli scontri fra tifoserie nel mondo del calcio vedono coinvolti simpatizzanti di squadre diverse. È così che il 17 febbraio 2019, alle ore 15, durante Genoa-Lazio, pregressi dissapori interni alla tifoseria rossoblù, in particolare tra le due frange ultras più estreme, ovvero il gruppo dei Caruggi e la Brigata Speloncia di via Armenia 5 rosso, sono sfociati in un chiarimento non proprio amichevole.

L'attrito fra le due componenti sembrerebbe scaturito da alcune incomprensioni relative all'apposizione degli striscioni sia in casa che in trasferta, poi acuitosi in conseguenza del comportamento tenuto da alcuni dei leader dei due distinti gruppi. La necessità di ripristinare i rapporti di forza all'interno della gradinata Nord avrebbe reso necessario un 'chiarimento' relativamente alla spartizione del territorio proprio in zona stadio, in occasione della richiamata partita.

Prima del fischio d'inizio, infatti, intorno alle 14, i due gruppi hanno iniziato a fronteggiarsi per alcuni minuti, dando vita a un'animata discussione, poi degenerata in una breve rissa con spintoni e qualche schiaffo. Il pronto intervento del personale Digos e il tempestivo schieramento dei contingenti delle forze dell'ordine hanno impedito che la situazione degenerasse.

Le indagini avviate nell'immediato dalla Digos, nonché la disamina delle immagini registrate sia dal circuito Gos che le video riprese della Polizia scientifica hanno portato all'identificazione di 18 soggetti, indagati per il reato di rissa e per utilizzo di mazze e bastoni in occasione di manifestazioni sportive.

Tutti i soggetti denunciati hanno precedenti penali che vanno dal tentato omicidio alla rissa, violenza e resistenza al pubblico ufficiale, nonché per reati contro il patrimonio o in materia di stupefacenti; 15 di questi hanno anche precedenti specifici per reati da stadio e quindi già in precedenza sono stati sottoposti a Daspo.

Sono in corso altre indagini finalizzate a individuare eventuali ulteriori responsabili della rissa. Tutti i soggetti di cui sopra saranno sottoposti a Daspo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Due trattorie di Genova tra le migliori in Italia, secondo la classifica di "Repubblica Sapori"

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • È febbraio ma sembra primavera: a Genova si fa il bagno in mare

  • Ladro entra in casa nella notte: 17enne difende la sorellina e lo mette in fuga

Torna su
GenovaToday è in caricamento