Una favola e una mostra itinerante per Berio, il gatto della biblioteca

Il progetto prevede favole, mostre e pannelli che verranno esposti, insieme ad altre curiosità sul gatto più famoso di Genova, in scuole, residenze per anziani, case famiglia e biblioteche. Tutto per ricordare il mitico Berio

È stato la mascotte e il simbolo della biblioteca Berio per anni: e fino al 2011, anno della sua scomparsa, non si trovava studente che non avesse accarezzato una volta il morbido pelo bianco e nero del felino più amato dai lettori.

Stiamo parlando di Berio, il gatto della biblioteca da cui ha preso il nome, ospite per 10 anni della struttura nel cuore di Genova. Una presenza simpatica e anche utile (dal momento che i gatti cacciano i topi) che finì persino sui gadget della biblioteca, dalle tazze alle magliette. 

E adesso Berio - nella speranza che prima o poi torni - diventa anche il protagonista di una favola che entrerà nelle scuole genovesi, e non solo.

Il testo è stato scritto da Alfredo Remedi, esperto bibliotecario, e fa parte di un progetto che comprende anche una mostra itinerante dedicata proprio a Berio, che farà il giro di quattro biblioteche (Berio, Gallino, Guerrazzi e Balbi a Campomorone), sette scuole e sette residenze per anziani della Cooperativa Lanza del Vasto, con anche alcune case famiglia.

Ad essere esposti saranno i disegni dei bambini che raffigurano il micio, pannelli con proverbi sui gatti, e curiosità sul protagonista, come la fattura inviata dal cuoco che sfamò Berio quando una volta - insoddisfatto della sua pappa - il simpatico felino andò a leccarsi i baffi addirittura in un ristorante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento