Fusione Atp-Amt, fumata bianca in consiglio comunale

Approvata con 23 voti favorevoli, 10 contrari e 5 astenuti la delibera per incorporare Atp Esercizio nella partecipata del Comune

È stata approvata con 23 voti a favore su 38 consiglieri presenti (e con un sonoro “bravi!” scandito dal sindaco Marco Bucci) la delibera che sancisce la fusione tra Atp Esercizio e Amt Spa.

Alla delibera, votata nel corso del consiglio comunale di giovedì 26 settembre, è stata anche concessa immediata eseguibilità: 10 i voti contrari (Pd, Lista Crivello e il consigliere del gruppo misto Ubaldo Santi), 5 gli astenuti (Movimento Cinque Stelle e Paolo Putti).

La fumata bianca è arrivata dopo numerose sedute delle commissioni consiliari e la firma di un accordo quadro tra i vertici di Comune, Amt e Atp e i sindacati di categoria: il punto più discusso riguardava l’ingresso di privati nella nuova società, come Autoguidovie, principale azionista di Atp. L’accordo prevede, però, che la governance della nuova società resti pubblica, e che il socio privato non possa accrescere la propria quota.

Dal punto di vista della tutela dell'occupazione, l'accordo prevede che tutti i dipendenti confluiranno nella nuova società mantenendo gli attuali contratti. La firma dell'accordo quadro definitivo dovrà avvenire entro il 10 ottobre, nel frattempo dal consiglio comunale è arrivato il via libera alla creazione dell’azienda unica di trasporto pubblico, urbano ed extraurbano, già approvata in giunta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Operatori Socio Sanitari, ecco il bando per il "maxi concorso"

Torna su
GenovaToday è in caricamento