Topi d'auto e ladri di scooter: arresti a Sampierdarena e in Centro

Due arresti ieri per tentato furto. In via Cantore un uomo è stato sorpreso all'interno di una macchina parcheggiata e in via Granello il ladro è stato sorpreso in azione

Due casi di furto che hanno portato ad altrettanti arresti nella giornata di ieri. Il primo in pieno giorno, in via Granello a pochi passi da via XX Settembre. Casco in mano, il ladro si aggirava leggermente claudicante tra i veicoli in sosta, guardando insistentemente in giro, come alla ricerca di qualcosa da rubare: uno scooter posteggiato.

L'uomo si è seduto sul sellino e, dalla tasca del giubbotto, ha tirato fuori un arnese con cui ha iniziato ad armeggiare sul blocchetto di accensione, continuando a guardarsi intorno, come a volersi assicurare di non essere visto da nessuno. Ma qualcuno, suo malgrado, lo stava tenendo d’occhio: due poliziotti della Sezione Contrasto Crimine Diffuso della Squadra Mobile che, impegnati in un servizio di prevenzione dei reati, in particolare quelli predatori, lo avevano notato.

I due agenti sono così intervenuti, bloccando il ladro prima che potesse mettere in moto lo scooter ed allontanarsi, accertando che l’oggetto con cui era tanto impegnato ad armeggiare era un coltellino multiuso, la cui lama era stata inserita nel blocchetto di accensione, a guisa di spadino. Il proprietario del mezzo, rintracciato dagli operanti, li ha raggiunti sul posto, dove ha potuto constatare la forzatura del bloccasterzo e il danneggiamento del blocchetto d’accensione.

Il ladro, è un trentenne genovese con numerosi precedenti penali, ed è stato arrestato. Questa mattina, a conclusione dell’udienza per direttissima, il giudice ha disposto per l’uomo la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Nella notte invece, intorno alle 00.40 in via Cantore, un uomo è stato sorpreso da una volante della Questura a trafficare dentro l’abitacolo di un’auto in sosta, un topo d’auto di 29 anni che alla vista dei poliziotti ha cercato invano di gettare via il martelletto frangi vetro e la pinza con cui aveva appena infranto il cristallo del veicolo, una Opel Corsa regolarmente posteggiata all’altezza del Novotel di  Sampierdarena.

Gli agenti, dopo aver finto di non averlo scorto accovacciato tra le macchine, hanno atteso che l’uomo uscisse fuori dal nascondiglio per bloccarlo ed arrestarlo per furto aggravato.

Potrebbe interessarti

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

I più letti della settimana

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Bastonate al cane, smettono per le urla dei residenti

  • Pomeriggio a base di ketamina per due ventenni

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

Torna su
GenovaToday è in caricamento