Ritrovata la targa rubata dal Cristo degli abissi

È dedicata a Duilio Marcante, il "padre" della didattica subacquea italiana

È stata ritrovata sulla spiaggia di San Rossore (Pisa) la targa che era stata rubata dal Cristo degli Abissi, la celebre statua di bronzo che nel 1954 era stata collocata sul fondale di San Fruttuoso, tra Camogli e Portofino, a 15 metri di profondità.

Targa dedicata a Duilio Marcante

La targa, dal valore puramente simbolico, è dedicata a Duilio Marcante, considerato il "padre" della didattica subacquea italiana. Il furto era stato scoperto dai sommozzatori di Guardia di Finanza, Capitaneria, Carabinieri, Polizia, Marina Militare e Vigili del Fuoco che avevano effettuato il restauro sotto il coordinamento della Soprintendenza alle belle arti che aveva lanciato un appello a restituire la targa, anche in forma anonima, collocandola ai piedi della copia del Cristo che si trova all'interno dell'Abbazia di San Fruttuoso di Camogli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento