Razzìa nei licei Cassini e Colombo, arrestato branco di baby ladri

Si tratta di 7 ragazzi tra i 18 e i 19 anni, tutti incensurati, che nei giorni scorsi si sono introdotti all'interno dell'istituto di via Peschiera trafugando computer e altro materiale

Sette ragazzi, tutti tra i 18 e i 19 anni, sono stati arrestati dalla polizia in relazione a un furto commesso all’interno della succursale di via Peschiera del liceo scientifico Cassini. 

Il branco aveva ricavato il proprio covo all’interno di un palazzo disabitato e sotto pignoramento che si trova a pochi metri dal Cassini, dove sono stati rintracciati dagli agenti delle Volanti e bloccati: all’interno custodivano i computer di cui era appena stata denunciata la scomparsa e altro materiale scolastico, presumibilmente trafugato dai locali del liceo. 

A dare l’allarme è stata, giovedì, una collaboratrice scolastica, che ha notato le porte delle aule aperte nonostante che le avesse chiuse la sera prima. Ha quindi chiamato la polizia, che nel giro di poco tempo ha inviato sul posto diverse volanti per bloccarli.

Gli agenti hanno controllato l’intera struttura, accertando che una portafinestra era stata forzata con un piede di porco: i ladri avevano “visitato” tutte le aule, rubando 5 televisori da 55’’ pollici installati sulla parete, numerosi tablet e altro materiale elettronico per un valore totale di circa 20.000 euro, acquistato da poco per il nuovo anno scolastico.

Affacciandosi alla portafinestra forzata, i poliziotti hanno visto che dava sulla vecchia struttura d’accoglienza in disuso con i sigilli strappati e una luce fioca provenire da una finestra. Hanno quindi deciso di dare un’occhiata all’interno, e hanno trovato i sette ragazzi tutti addormentati in letti di fortuna, circondati dai televisori appena rubati imballati nelle loro scatole, 24 tablet posti sotto carica a cui erano state staccate le etichette riportanti il nome della scuola, 23 computer di varie marche, numerosi arnesi da scasso e la chiave generale rubata dalla scuola

In mattinata l’udienza per la convalida: si tratta di cittadini di origine albanese, tutti incensurati, che sono stati condannati all'obbligo di firma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Staglieno, rimosso maxi nido di calabroni dal giardino di una giovane coppia

  • Scontro tra corriera e auto sull'Aurelia, due feriti e strada chiusa

  • Allerta arancione in arrivo: nuova ondata di maltempo, le previsioni

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

Torna su
GenovaToday è in caricamento