Evasione fiscale, l'ex tesoriere leghista Francesco Belsito a processo

Il giudice per l'udienza preliminare ha rinviato a giudizio l'ex contabile del Carroccio, che dovrà ripresentarsi in aula il 12 gennaio

Francesco Belsito andrà a processo: questa la decisione del giudice per l’udienza preliminare, Claudio Siclari, che in un’udienza che si è tenuta in mattinata a Palazzo di Giustizia ha rinviato a giudizio l’ex tesoriere della Lega Nord, su cui pende l’accusa di evasione fiscale e intestazione fittizia di beni.

Belsito tornerà in aula il prossimo 12 gennaio: la Procura gli contesta la mancata dichiarazione al fisco di circa 7 milioni di euro, illecitamente sottratti dalle casse della Lega Nord ai tempi del suo incarico come tesoriere. I fondi, stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, erano stati trasferiti in conti offshore in Tanzania e Cipro.

L’inchiesta era scoppiata nel 2011, e lo scorso gennaio su richiesta della Procura la Guardia di Finanza aveva sequestrato a Belsito, in via preventiva, i beni in sua disponibilità, e cioè denaro, quote di diverse attività commerciali e appartamenti, per un valore totale di poco meno di 2 milioni e mezzo di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

  • Le "meraviglie" di Alberto Angela, cosa si è visto

  • Costa Crociere assume, 700 posizioni aperte

  • Travolto da un treno sulla Milano-Pavia, muore 26enne

  • Morta per droga a 16 anni, confermata in Cassazione la condanna per il fidanzato

Torna su
GenovaToday è in caricamento