Dal Comune maggiori fondi per tutelare le ville storiche del Ponente

Quasi 26mila euro in più per Villa Durazzo Pallavicini e 72mila euro in più per Villa Doria

La Giunta comunale ha approvato nella seduta di martedì 25 luglio, su proposta degli assessori Matteo Campora (Ambiente) e Paolo Fanghella (Lavori pubblici e Manutenzioni), una variazione di alcuni progetti, relativi a Villa Durazzo Pallavicini e Villa Doria, per l’accesso ai contributi regionali previsti dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.

Le variazioni riguardano lavori di sistemazione dei terreni per prevenire fenomeni di erosione e di instabilità geologica.

Rispetto ai progetti precedenti – che erano stati approvati con una deliberazione di Giunta del 6 giugno 2017 – si prevede uno stanziamento maggiorato di quasi 26mila euro per Villa Pallavicini (importo totale 117mila euro circa) e di quasi 72mila euro per Villa Doria (cifra complessiva circa 281mila euro).

Inalterati progetti e stanziamenti per Villa Duchessa di Galliera (132.664,55 euro) e il Piano di Assestamento Forestale (quasi 116mila euro).

Le finalità del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) – a cui l’Amministrazione comunale ha chiesto i finanziamenti – sono orientate a promuovere investimenti nello sviluppo e nel miglioramento delle aree forestali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Consideriamo l’adozione di questa variazione molto importante – dichiarano gli assessori Campora e Fanghella – Nei Parchi storici di Villa Doria e Villa Durazzo Pallavicini gli incendi verificatisi in questo inverno hanno distrutto una porzione significativa della componente arborea. Con questo provvedimento, oltre a prevenire l’erosione dei terreni, intendiamo creare anche fasce tagliafuoco verdi che possano costituire una barriera nel caso si verificassero episodi analoghi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Genova, tutte le attività commerciali che sono aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus, 51 morti in un giorno. I casi positivi sono 2.329

  • Coronavirus, l'intuizione al Villa Scassi: apparecchiature da sub per testare l'efficacia dei ventilatori

  • Coronavirus: i casi positivi sono 2.758, oltre 1.300 i ricoverati

Torna su
GenovaToday è in caricamento