Maddalena, fogna a cielo aperto vicino all'asilo. I residenti: «Situazione insostenibile»

La denuncia di un abitante di vico dietro il Coro della Maddalena, che da un mese segnala la presenza di un guasto alla rete fognaria che causa miasmi e degrado

Liquami che scorrono a cielo aperto, sulla strada, a pochi passi dai portoni delle case e dall’asilo nido comunale: succede in vico dietro il Coro della Maddalena, piccola traversa di via Garibaldi, sede dei musei di Strada Nuova e dei prestigiosi palazzi dei Rolli e fiore all’occhiello della città, dove i residenti sono ormai esasperati dall’olezzo maleodorante e dai possibili risvolti igienico-sanitari di una perdita che si trascina ormai da un mese.

«Non ci troviamo in India, ma a Genova, in una traversa di via Garibaldi, vicino ad un asilo nido comunale. Da un mese la situazione è questa. Puzza, vermi e degrado - è lo sfogo di Ivan Solinas, abitante della via, che da settimane ormai chiede un intervento - Segnalo quasi quotidianamente la situazione a vigili urbani, carabinieri, Asl, ma nulla è mutato. Ho inoltrato anche un video all'assessore Stefano Garassino, purtroppo senza aver avuto alcun riscontro».

Fogna a cielo aperto alla Maddalena, i residenti: «Miasmi e vermi in strada, siamo disperati» | Video

La rete fognaria, stando a quanto riferito da Ireti ai residenti, sarebbe privata, e il ripristino del guasto non sarebbe dunque di loro competenza. Anche la polizia Locale ha effettuato un sopralluogo, raccogliendo i dati delle proprietà cui la perdita sarebbe riconducibile, ma «dicono che i tempio sono lunghi per procedere - constata Solinas - e la situazione nel frattempo è degenerata. Odore sgradevole, vermi lungo la strada, alla sera la strada si trasforma praticamente in una latrina. Qualche sera fa l’ingresso dall’asilo nido era invaso dalla fogna».

«Siamo disperati per la situazione che sta degenerando, per l'indolenza delle istituzioni ad intervenire, per l'indifferenza del vicinato. Mi pare di combattere contro i mulini a vento», conclude Solinas, che come gran parte dei residenti di una zona già afflitta da diverse problematiche ha chiesto aiuto alle istituzioni, lanciando anche un appello via social network nella speranza di ottenere risposte.

Potrebbe interessarti

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Spaccia in centro storico, Cassazione annulla arresto: «Vicoli hanno aiutato la polizia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento