Fiera, migranti al lavoro per riqualificare piazzale Kennedy

Nell'ambito di un progetto firmato da Comune, Municipio, Aster e Amiu, 4 giovani provenienti dal Gambia e 9 originari della Nigeria si occuperanno della bonifica e della preparazione dell'area per il Congresso Eucaristico del prossimo 18 settembre

E’ iniziato in Fiera il progetto di volontariato che vedrà impegnati 13 migranti nei lavori pulizia e riqualificazione di piazzale Kennedy: affiancati da due operatori dell'Ilva, quattro ragazzi originari del Gambia e nove provenienti dalla Nigeria si occuperanno di allestire il piazzale per le imminenti celebrazioni del Congresso Eucaristico Nazionale, fissate per il 18 settembre, e per il Salone Nautico, che inaugurerà due giorni dopo.

A confermare la notizia è stato l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Gianni Crivello, che ha fatto sapere che «tra poche settimane in piazzale Kennedy arriveranno migliaia di persone, e questo intervento ci aiuterà a accogliere i fedeli al meglio, e il lavoro di questi ragazzi è frutto di un’azione sinergica che va avanti da tempo». I migranti si occuperanno di aiutare i due operai dell'Ilva, inseriti nel progetto dei lavori socialmente utili, nei lavori di pavimentazione del piazzale, della pulizia delle aiuole lato corso Marconi e lato scogliera, del diserbo e della pulizia dell’area, oltre che della rimozione e dell’accatastamento dei new jersey e di altri interventi finalizzati a bonificare l’area.

L’attività dei migranti rientra nel progetto varato dall’assessorato alle Manutenzioni, dalla direzione Area Servizi del Comune di Genova e dal Municipio Medio Levante in collaborazione con il Consorzio Agorà, Aster e Amiu, già attivo da tempo sul territorio, e arriva a pochi giorni dalla polemica scoppiata in seguito alla decisione, da parte della Prefettura, di accogliere 25 migranti (principalmente donne e bambini) in un appartamento di via XX Settembre.

Una scelta contestata da residenti e commercianti, che ha visto il sindaco Marco Doria e la sua giunta scontrarsi con l'opposizione in Comune e con la Regione, con l'assessore regionale allo Sviluppo economico, Edoardo Rixi, che da Facebook ha replicato alle parole di Crivello commentando che «mentre Genova viene invasa, come sta accadendo ovunque, la giunta Doria cerca di indorare la pillola e l'assessore Crivello lancia spot sull'iniziativa di piazzale Kennedy. Usa proprio parole da televendita come "amici migranti" e li definisce "risorse", termine tanto amato da questa sinistra che ci prende per i fondelli. Certo, "risorse". Risorse per le coop che intascano un sacco di soldi, ma che per curare i giardinetti sembra facciano un favore alla comunità. Le uniche risorse che vedo sono quelle buttate al vento per gestire questa follia anziché creare vere opportunità di crescita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

  • Addio a Giovanni Filocamo, è morto il "matematico curioso"

  • Le "meraviglie" di Alberto Angela, cosa si è visto

  • Costa Crociere assume, 700 posizioni aperte

  • Travolto da un treno sulla Milano-Pavia, muore 26enne

  • Morta per droga a 16 anni, confermata in Cassazione la condanna per il fidanzato

Torna su
GenovaToday è in caricamento