Erzelli: ingegneria non può permettersi il trasloco

Ci ha pensato il rettore dell'università Giacomo Deferrari a rendere note le ragioni del no al trasferimento di ingegneria a Erzelli. Le casse della facoltà, già disastrate, rischiano di finire in rosso, mancano 42 milioni di euro per poter traslocare

Genova - Ci ha pensato il rettore dell'università Giacomo Deferrari a rendere note le ragioni del no al trasferimento di ingegneria a Erzelli. Il progetto di ricollocazione della facoltà nel parco scientifico e tecnologico è positivo ma «non possiamo partecipare perché oltre ai finanziamenti pubblici e alle cessioni del patrimonio immobiliare servono 42 milioni di euro che non abbiamo».

Cifra per ottenere la quale «l'ateneo sarebbe costretto ad attivare un cospicuo mutuo che porterebbe l'indebitamento oltre le soglie consentite dalla legge e non verrebbe autorizzato», ha spiegato Deferrari.

Deferrari non esclude colpi di scena: «se dovesse arrivare un privato con quei soldi allora avremmo risolto il problema e potremmo trasferirci. Per me il progetto è positivo - ha detto - anche se non sono un fanatico degli Erzelli che per me non è Lourdes».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Staglieno, rimosso maxi nido di calabroni dal giardino di una giovane coppia

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Allerta arancione in arrivo: nuova ondata di maltempo, le previsioni

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

Torna su
GenovaToday è in caricamento