Erzelli, apre al pubblico il Parco Verde del Great Campus

In totale 30mila metri quadrati di spazi attrezzati con giochi, aree fitness, punti di ricarica per dispositivi tecnologici e diversi altri servizi

Arriva la primavera anche sulla collina degli Erzellil, dove venerdì è stato aperto alla città il primo lotto del Parco Verde di Great Campus, spazio che, una volta completato, con i suoi 30mila metri quadrati diventerà uno dei più grandi parchi del ponente genovese. 

Il Parco Verde è stato realizzato basandosi sui suggerimenti dei cittadini del Municipio e delle circa 2mila persone che frequentano il campus ogni giorno, che potranno sfruttare sia lo spazio verde sia i numerosi servizi che vi sorgono: aperto al pubblico 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il Parco Verde ospita un’area giochi di 400 mq accessibile anche a bambini con disabilità, all’insegna dell’inclusione, un ampio spazio per i cani gestito dalla Protezione Civile di Sestri Ponente, un percorso running di 3 km con docce, spogliatoi e un percorso ginnico collegato alla app di Great Campus, e una zona dedicata a eventi e iniziativeì culturali rivolti a tutti i cittadini.

L’area è completamente priva di recinzioni, e la sicurezza sarà garantita da un servizio di videosorveglianza sviluppato in collaborazione con le forze dell’ordine, con 14 telecamere collegate a una control room centralizzata e costantemente presidiata e 14 colonnine sos  che consentiranno a chi frequenta il parco e si trova in pericolo di comunicare con il personale. Tra le altre innovazioni previste, un sistema di diffusione sonora per inviare messaggi vocali o trasmettere brani musicali con speciali dispositivi bluetooth per ipoudenti, rete Wi-Fi gratuita e una serie di postazioni di ricarica per dispositivi elettronici.

Dal punto di vista del paesaggio, il parco ospita 48 alberi ad alto fusto, 25.000 mq di tappeti erbosi e 2.000 piante ornamentali gestite attraverso un sistema di irrigazione completamente automatizzato, con sensori di pioggia e controllo centralizzato, permette di ridurre i costi di gestione e il consumo idrico. Gli alberi sono dotati di chip che permettono di seguirne la crescita e le buone condizioni.

Potrebbe interessarti

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • «Ti ricordi di me?», poi spara all'ex moglie e la uccide. Caccia all'uomo

Torna su
GenovaToday è in caricamento