Elezioni, tensioni e proteste al consolato della Romania alla Foce

Protesta da parte dei tanti cittadini romeni residenti a Genova per le lunghe ore di attesa e l'impossibilità di riuscire a votare a causa della grande affluenza. Sul posto due squadre del reparto mobile

Tensione in serata in via Casaregis, nel seggio allestito nella sede del consolato della Romania per consentire ai cittadini romeni residenti nel capoluogo ligure di votare per le elezioni europee e per il referendum consultivo su due quesiti relativi all’amnistia e grazia per reati di corruzione e alle ordinanze di urgenza per reati penali.

Stando a quanto appreso, diverse persone hanno protestato a gran voce per le lunghe ore di attesa e per la paventata ipotesi di non riuscire a votare entro la chiusura del seggio, prevista per le 21: un centinaio di persone che aspettavano il loro turno per votare hanno chiesto di prolungare l’orario di apertura, senza successo, con conseguente caos nel palazzo e in strada. 

Sul posto sono state inviate due squadre del reparto mobile per tentare di calmare gli animi e riportare la calma: intorno alle 21, seppure a fatica, la situazione era tornata alla normalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olga, dall'Uzbekistan a Genova per aprire la prima "sfuseria" dei vicoli

  • Due trattorie di Genova tra le migliori in Italia, secondo la classifica di "Repubblica Sapori"

  • Nuovo ponte: ecco come verrà sollevata la maxi campata

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

  • Evasore totale affitta villa extra-lusso su Airbnb, scatta il sequestro

Torna su
GenovaToday è in caricamento