«Salviamo Edicolibro», raccolta firme contro la chiusura della "biblioteca di strada"

Il Municipio Centro Est avrebbe manifestato la volontà di rimuovere il chiosco novecentesco che si trova in piazza della Meridiana e che da quasi tre anni propone scambi di libri, idee e cultura

Foto da Facebook: @edicolibro

Il centro storico di Genova rischia di perdere uno dei suoi centri di aggregazione culturale. Il Municipio I Centro Est avrebbe infatti manifestato la volontà di rimuovere il chiosco novecentesco che si trova in piazza della Meridiana e che da quasi tre anni ospita l'Edicolibro, una vera e propria "biblioteca di strada" che propone scambi di libri, idee e cultura. Uno spazio unico a Genova, simile a tanti altri esperimenti di book-crossing in tutta Europa, che restituiscono vita, frequentazione e colore a luoghi altrimenti abbandonati.

Per evitare la chiusura è stata anche lanciata una petizione online, indirizzata al presidente del municipio Andrea Carratù, che ha raccolto oltre 2100 firme. A sostenere la battaglia di Edicolibro anche Potere al Popolo che attraverso un comunicato ha attaccato l'amministrazione. 

«Edicolibro si regge sul lavoro dei volontari dal 2016 ed esiste per iniziativa di alcune associazioni (Ama, Udi, Scuola Daneo, Officina Letterario). Il 1 aprile scade la concessione e alle associazioni è arrivato l’avviso di sgombero. L’edicola verrà sollevata da una ruspa e portata via. La piazza sgombrata dalla struttura. I volontari si stanno dando da fare, i consiglieri municipali dell’opposizione hanno sostenuto le ragioni delle associazioni e lanciato la raccolta firme. Anche Pap dice no allo sgombero. Edicolibro in questi anni ha creato un luogo di aggregazione nel quartiere, ha favorito l’incontro fra persone di tutte le età, ha contribuito ad un dialogo culturale accessibile a tutti mantenendo un presidio di quartiere in una zona ad alta densità turistica, cosa rara per questa città, e in linea con la migliore tradizione delle città europee , qui da noi evidentemente sconosciuta. Le associazioni stanno cercando un dialogo col Municipio per non far chiudere l’Edicola. Sorge spontanea una domanda “a chi dà fastidio Edicolibro?”. Perché togliere un’ attività di volontariato che offre un servizio nel quartiere? Cosa succederà alla piazza quando, e se, verrà levata l’edicola? Verrà invasa da tavolini da bar? Ci sarà un furgone che vende panini? O un bel posto auto per scarico merci?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

  • Investita da uno scooter, è in fin di vita. Pd: «Strisce sbiadite»

  • Si sente male in strada, bimbo di tre anni muore al Gaslini

Torna su
GenovaToday è in caricamento