Tartaruga in difficoltà alla diga foranea, salvata della Guardia Costiera

Una motovedetta della Guardia Costiera ha recuperato un esemplare in difficoltà di tartaruga "Caretta Caretta" segnalata da un diportista a 5 chilometri dalla diga foranea del Porto di Genova

Sabato 12 ottobre 2019, intorno alle ore 16, una motovedetta della Guardia Costiera ha recuperato un esemplare in difficoltà di tartaruga "Caretta Caretta" segnalata da un diportista a 5 chilometri dalla diga foranea del Porto di Genova.

La tartaruga è stata recuperata dall'equipaggio della motovedetta CP 311 che ha deciso di chiamarla "Trecentina" e l'ha trasportata all'Acquario di Genova per le cure dei veterinari, per agevolare il successivo rilascio in ambiente marino. Anche in questo caso, hanno spiegato i militari della Capitaneria di Porto, è stata decisiva la segnalazione di un cittadino: «Rinnoviamo l'invito a indicare eventi particolari, animali in difficoltà o comportamenti illeciti, 24 ore su 24 al numero di telefono della sala operativa 010/27771 della Guardia Costiera».

La tartaruga "caretta caretta" è la tartaruga marina più comune del mar Mediterraneo ed è diffusa anche in molti altri mari del mondo ma è fortemente minacciata in tutto il bacino del Mediterraneo ed è ormai al limite dell'estinzione nelle acque territoriali italiane

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Coronavirus, ecco il nuovo modulo di auto-certificazione per gli spostamenti

Torna su
GenovaToday è in caricamento