Estorsioni e usura in Liguria nei primi mesi del 2018, la Dia: «Mai abbassare la guardia»

I dati elencati nella relazione semestrale della Direzione Investigativa Antimafia genovese invitano a non sottovalutare mai le ramificazioni della criminalità organizzata nella nostra regione

La mafia è presente e attiva anche al Nord, Liguria compresa: l’avvertimento negli ultimi anni è rimbalzato da più fronti, e oggi dalla Direzione Investigativa Antimafia è arrivata una nuova conferma.

Stando ai dati diffusi nel corso della presentazione della relazione semestrale, nei primi 6 mesi del 2018 sono stati 61 i casi di estorsione in Liguria, 50 quelli di riciclaggio, 22 i danneggiamenti seguiti da incendi, 14 i trasferimenti fraudolenti di valori e 4 quelli di usura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dati preoccupanti, anche se a mitigarli contribuiscono le azioni di contrasto alla criminalità organizzata: «La consapevolezza della società civile, della stampa e delle istituzioni aiuta a combatterla - ha detto il colonnello Sandro Sandulli - Vi è però ancora una sottovalutazione e un negazionismo da parte di alcuni, che rende il terreno fertile per la criminalità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Tragico schianto in via Merano, muore scooterista

  • Malore fatale in strada, tragedia a Santa Margherita Ligure

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Coronavirus, nuovo cluster a Busalla: coinvolte due famiglie

  • Ritrovato dopo otto anni un giovane scomparso da Roma

Torna su
GenovaToday è in caricamento