Demolizione ponte Morandi, le aziende: «Lavoreremo h24 per rispettare i tempi»

Le cinque società dell'Ati che si occupano della demolizione dei monconi di Ponte Morandi hanno garantito il massimo rispetto dei tempi concordati

Le cinque società dell'Ati che si occupano della demolizione dei monconi di Ponte Morandi hanno garantito il massimo rispetto dei tempi concordati, anche lavorando 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Lo ha ribadito in una nota Omini Spa parlando anche a nome delle altre quattro aziende impegnate nei lavori (Fagioli, Vernazza, Ipe progetti e Ireos).

Le aziende hanno spiegato che  «Proseguono le trattive dopo l’ incontro tenutosi presso l’ ufficio del commissario, nel quale i costruttori e i demolitori si sono riservati la possibilità di valutare le forme contrattuali proposte dal Commissario. La compagine dei demolitori ha mostrato la propria massima disponibilità ad incontrare le esigenze del Commissario e dei costruttori, modificando anche alcune metodologie operative e mettendo in campo il numero di risorse adeguato allo scopo con la massima flessibilità di turnazione anche 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, ove applicabile. Per le cinque società dell'Ati il rispetto dei tempi e della sicurezza sono fondamentali e sono sempre state rispettate, soprattutto considerato il loro lungo e onorato percorso lavorativo. Ne danno testimonianza i numerosi riconoscimenti ricevuti dalle committenti in tutte le demolizioni ad alto rischio operativo ed ambientale ed in progetti unici quali il relitto Concordia».

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento