La ministro De Micheli a Genova per vertice su autostrade

Prima di recarsi in prefettura, la ministro ha fatto visita all'operaio rimasto ferito mentre era al lavoro nel cantiere per il nuovo ponte sul Polcevera

Questa mattina alle 9.40 la ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli ha incontrato presso il Trauma Center dell'ospedale San Martino Saverio Calace, rimasto ferito in seguito all'incidente avvenuto nell'area di cantiere del ponte Morandi. Calace, salvo contrordini, sarà dimesso domattina e farà rientro a Potenza, dove risiede.

Dopo De Micheli si è recata nella sede della prefettura di Genova per il vertice sulla situazione del nodo autostradale genovese. Fra i temi sul tavolo la Gronda e le concessioni autostradali.

«Invieremo il progetto esecutivo per l'approvazione al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Quindi a gennaio potrà essere pronto per la firma da sottoporre al ministro», ha detto all'uscita dalla prefettura la ministro alle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli.

«Il progetto - prosegue De Micheli -, che è stato analizzato dall'unità di missione per l'analisi costi-benefici e che poi verrà inviato al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, è uno solo. Per tutte le valutazioni, diciamo così di miglioramento a queste valutazioni, sono già predisposte le risposte. Quindi c'è un solo progetto che è in fase di valutazione con alcuni approfondimenti che sono stati fatti. Casualmente - ha aggiunto la ministro - da quando mi sono insediata, abbiamo terminato le valutazioni 15 giorni fa quando dovevo venire qui a Genova, invece sono andata a Savona per il crollo del viadotto autostradale. Tra poco pubblicheremo l'analisi e da lì in poi sarà questione di qualche settimana».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra gli argomenti c'è stato anche spazio per l'emergenza post crollo ponte Morandi. «Abbiamo affrontato le questioni fondamentali di alcune misure previste nel Decreto Genova - ha concluso De Micheli -, in particolar modo quella sul personale e sul trasporto pubblico locale. Abbiamo già fatto l'analisi delle norme da prorogare e queste norme entreranno nel decreto cosiddetto Milleproroghe, in modo tale che ovviamente quelle misure, che sono state tante utili in un momento di difficoltà per Genova, siano prorogate sul fronte delle persone che hanno lavorato per l'emergenza sia sul fronte delle risorse per il trasporto ferroviario e anche su gomma».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • La 'movida' violenta di Priaruggia, residente aggredito da ragazzini ubriachi

  • Incidente a Nervi, identificata la vittima; guidatore positivo ai test tossicologici

  • Giovani turisti lombardi devastano Moneglia

  • Cerca di strangolare la fidanzata e devasta un locale: arrestato

Torna su
GenovaToday è in caricamento