Mareggiata e maltempo: ingenti danni a ponente

A Pegli alberi sradicati dal vento così come a Voltri, dove la passeggiata a mare è stata distrutta dalle onde

Alberi sradicati dal vento, smottamenti, e tanti danni soprattutto lungo la costa, a causa della mareggiata: anche a ponente è iniziata la conta dei danni, dopo il maltempo che lunedì ha colpito la regione.

Danni ingenti a Voltri, sul lungomare, che è stato letteralmente distrutto dalla furia del mare: la passeggiata Roberto Bruzzone, che percorreva la costa della delegazione con la sua tipica pavimentazione in legno, ora è chiusa poichè non è più sicura. Anche le associazioni che fanno parte del consorzio Utri Mare hanno risentito della mareggiata, con le sedi, accanto al lungomare, completamente danneggiate. Tante le barche rovinate o spostate dalle onde.

Video: Arenzano, stabilimento balneare invaso dalle onde

A Pegli si contano tanti alberi sradicati dalla furia del vento così come a Voltri, nel parco di Villa Duchessa di Galliera. Alcune criticità sono state risolte nel corso della giornata di martedì: la strada per l'Acquasanta è stata riaperta, così come quella per San Carlo di Cese e quella per Fabbriche. 

Situazioni drammatiche anche a Cogoleto e Arenzano, dove le scuole rimangono chiuse anche per la giornata di mercoledì 31 ottobre: tante le persone che, armate di zappe e secchi, si sono messe a spalare per liberare i locali e il lungomare dalla tanta sabbia portata dal mare soprattutto lunedì sera, quando le onde hanno davvero fatto tanta paura, invadendo promenade, strade e negozi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

  • Scalinata Borghese restituita alla città: ecco com'è diventata

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Schianto in via Siffredi, il giallo sulla morte di Burim

Torna su
GenovaToday è in caricamento