Ccs onlus: assolto ex presidente Oppedisano

Stesso verdetto per Enrico Crespi. Condanne per Simone Castellini e Patricia Cavagnis. Gli imputati erano accusati di essersi intascati i fondi per le adozioni a distanza

I giudici del tribunale di Genova hanno deciso per l'assoluzione di Corrado Oppedisano, ex presidente della onlus Ccs, accusato di associazione per delinquere finalizzata all'appropriazione indebita nell'ambito dell'inchiesta sui presunti dirottamenti su conti privati di parte dei fondi per adozioni a distanza di bambini africani e altre opere benefiche umanitarie condotta dal pm Francesco Pinto.

Stesso verdetto anche per Enrico Crespi, ex responsabile della stessa associazione in Nepal. Condannati invece Simone Castellini, ex segretario generale della Ccs (un anno 10 mesi e 800 euro di multa) e Patricia Cavagnis, ex responsabile Ccs per il Mozambico (un anno e 400 euro). Ad entrambi è stata concessa la sospensione della pena.

Potrebbe interessarti

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

I più letti della settimana

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Bastonate al cane, smettono per le urla dei residenti

  • Pomeriggio a base di ketamina per due ventenni

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

Torna su
GenovaToday è in caricamento