Crollo Ponte Morandi, l'autista del camion vivo per miracolo: «Ho visto crollare la strada davanti a me»

L'uomo, 37 anni, sposato e con figli, stava rientrando da un giro di consegne.

La foto che sta facendo il giro dei social

È rimasto lì, a pochi metri dal baratro, frenando incredibilmente in tempo. Poco più avanti, si è aperta una voragine che ha causato la morte di almeno 23 persone.

Si può davvero definire un "miracolato" l'uomo di 37 anni che era alla guida del camion verde con il logo della Basko, e che è scampato per un soffio al crollo del Ponte Morandi.

Sposato, con figli, l'autista stava proprio percorrendo quel tratto di strada maledetto: «Stava rientrando da un giro di consegne per i nostri supermercati Basko della riviera di Ponente ed era diretto verso la nostra piattaforma logistica di Genova Bolzaneto» spiega Giovanni D’Alessandro, direttore generale Basko, che prosegue: «L’autista ha dichiarato ai soccorritori ‘Ho visto crollare la strada davanti a me, con tutte le macchine che in quel momento avevo davanti’. Una volta fermato il mezzo, è sceso ed è corso verso la galleria dalla quale era uscito poco prima. Siamo in stretto contatto con la Famiglia Damonte proprietaria della Damonte Trasporti, la società proprietaria del camion, con cui lavoriamo da oltre trent’anni, che ci ha immediatamente rassicurati sulla salute del loro dipendente, comprensibilmente in stato di shock».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento