Corteo antifascista, in cinquemila in marcia

Dopo piazza De Ferrari, il percorso prevede tappe in piazza Corvetto, via Serra, Brignole e piazza Alimonda

Sono quasi cinquemila le persone che oggi sono arrivate a Genova per partecipare alla manifestazione annunciata da tempo dal gruppo "Genova Antifascista".

Percorso

Il corteo molto eterogeneo, composto da associazioni, esponenti politici, centri sociali, ma anche famiglie con bambini, è partito da piazza De Ferrari poco prima delle 17, e si è mosso verso la Prefettura. Da qui, il percorso previsto è piazza Corvetto, via Serra (dove c'è la sede del movimento di estrema destra Lealtà Azione), Brignole e piazza Alimonda. 

La diretta

Prima dell'inizio del corteo, cinque persone sono state fermate dalla Digos: nelle loro borse, indumenti neri e mazze. Due sono state denunciate per porto di oggetti atti a offendere.

In via Serra, i manifestanti hanno acceso alcuni fumogeni davanti alla sede di Lealtà Azione e davanti all'ingresso (ovviamente chiuso) hanno posizionato una porta finta con alcuni slogan antifascisti. Durante la prima parte della manifestazione non sono mancati riferimenti ai fatti di Macerata, dove proprio oggi un 28enne è stato arrestato per aver seminato il panico sparando contro diverse persone di colore per le vie della città. Prima dei essere fermato dai carabinieri, l'uomo ha fatto il saluto romano. 

Tornando a Genova, a pochi metri dalla piazza in cui è prevista la conclusione della manifestazione si trova via Montevideo, con la sede di CasaPound. Anche per questo è previsto un ampio schieramento di forze dell'ordine, tra polizia e carabinieri, fino alla fine della giornata, per separare con speciali barriere mobili e altri mezzi piazza Alimonda e via Montevideo.

Verso le 18,30 il corteo si è diviso in due: una parte in corso Buenos Aires e l'altra vicino a via Montevideo (dove si trova la sede di CasaPound) chiusa dagli alari della polizia - quelli utilizzati durante il G8 del 2011, per intenderci - contro cui alcuni manifestanti hanno lanciato petardi. Presenti forze dell'ordine in tenuta antisommossa.

Poco prima delle 19, dalle parti di via Montevideo e in corso Buenos Aires, qualche momento di tensione. Sono stati rotti i vetri di alcune vetrine, tra cui quelle della banca Crédit Agricole in piazza Tommaseo, e sono comparse scritte sui muri in via Serra e via XX Settembre, dove il corteo è passato ancora una volta prima di terminare la manifestazione, alle ore 20 circa.

Poco prima della fine, un ragazzo disabile di 20 anni sarebbe stato aggredito da alcune persone con volto travisato e manganelli vicino a piazza della Vittoria a causa del suo abbigliamento (una giacca mimetica e una bandiera tricolore). Il suo atteggiamento è stato scambiato probabilmente per una provocazione. Sul fatto indaga la Digos.

Il corteo in movimento e le parole dei manifestanti:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una giornata delicata 

Quella di sabato è stata una giornata delicata sotto tanti punti di vista: l'idea del corteo è nata prevalentemente in risposta alla denuncia dell'aggressione subita da un militante antifascista, fatto su sta indagando la Procura.

Ma allo stadio Ferraris alle 18 si giocava anche la partita Sampdoria-Torino, match particolarmente sensibile dal punto di vista dell'ordine pubblico.

Le variazioni al traffico

Naturalmente il traffico verrà interdetto nelle strade coinvolte dal corteo, e Amt ha disposto la variazione delle seguenti linee:

- Linee 16, 17 e 17/

Direzione levante: i bus, giunti in via Invrea, svolteranno per corso Torino, tunnel ferroviario, via Giacometti, via Casoni, piazza Terralba, via Torti, Via Barrili e corso Gastaldi dove riprenderanno regolare percorso.

Direzione ponente: percorso regolare.

- Linee 45, 86 e 87

Direzione levante: i bus, provenienti da piazza Verdi, transiteranno per viale Duca d’Aosta, corso Buenos Aires, piazza Tommaseo, via Pozzo, via Dassori e corso Gastaldi

dove riprenderanno regolare percorso.

Direzione ponente: percorso regolare.

- Linee 44, 85, 685, 686 e 687

Direzione levante: i bus, giunti in piazza Tommaseo, transiteranno per via Pozzo, via Dassori e corso Gastaldi dove riprenderanno percorso regolare.

Direzione ponente: i bus, giunti in via Tolemaide, transiteranno per via Tolemaide, corso Torino, corso Buenos Aires dove riprenderanno regolare percorso

Il corteo prima della partenza, nel video di Arci Liguria (Twitter):

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Come distinguere una vipera, e cosa fare in caso di morso

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

Torna su
GenovaToday è in caricamento