Manichini a testa in giù in corteo per il 30 giugno

Alcuni manifestanti che hanno partecipato al corteo per ricordare i fatti del 30 giugno 1960 hanno portato dei manichini, tenuti a testa in giù, con i volti di alcuni politici italiani

Adinolfi, Di Stefano, Fiore, Salvini, Mussolini e Meloni. Sono alcuni dei volti, attaccati ad alcuni manichini, portati in corteo a testa in giù ieri durante la manifestazione per ricordare i fatti del 30 giugno 1960, quando a Genova ci fu una dura protesta contro il congresso del Movimento sociale italiano (Msi).

Il corteo, a cui ha partecipato un migliaio di persone, è partito da piazza Alimonda per poi raggiungere piazza De Ferrari. Fra gli slogan anche molti attestati di stima e sostegno a Carola Rackete, la capitana della Seawatch 3, arrestata per essere entrata in porto a Lampedusa con la nave carica di migranti, nonostante non le fosse stato accordato il permesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I manichini con la testa in giù non sono passati inosservati. «Disprezzo per questi gesti, la loro democrazia è questa, vergogna», ha commentato su Facebook il consigliere comunale Maurizio Amorfini.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Tragico schianto in via Merano, muore scooterista

  • Malore fatale in strada, tragedia a Santa Margherita Ligure

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Coronavirus, nuovo cluster a Busalla: coinvolte due famiglie

  • Ritrovato dopo otto anni un giovane scomparso da Roma

Torna su
GenovaToday è in caricamento