Corpi nella pubblicità: Genova premia l'eleganza, i vincitori

Scopo dell'iniziativa coinvolgere giovani creativi nel progetto di promozione dell'utilizzo responsabile e non lesivo della dignità umana nella pubblicità dell'immagine della donna, dell'uomo e dei bambini e delle bambine

Il Comune di Genova, unico in Italia, su proposta dell’assessore alla Promozione delle Pari Opportunità Roberta Papi, si è dotato di una commissione tecnica per la definizione e l’applicazione di linee guida per la definizione di pubblicità lesiva della dignità delle persone. Tale Commissione è composta da funzionari del Comune, con la collaborazione delle associazioni femminili, in particolare di UDI, 25 novembre e Usciamo dal Silenzio.

L’assessorato alle Pari Opportunità, nello scorso mese di dicembre, ha proposto il bando di un concorso intitolato Corpi nella pubblicità: un altro modo è possibile, dedicato a giovani creativi, per la realizzazione di una campagna pubblicitaria. La scadenza, fissata al 12 febbraio 2012, è stata prorogata al 29 febbraio 2012.

Scopo dell’iniziativa, coinvolgere giovani creativi nel progetto di promozione dell’utilizzo responsabile e non lesivo della dignità umana nella pubblicità dell’immagine della donna, dell’uomo e dei bambini e delle bambine, in ottemperanza con i contenuti della relazione n. A6-0199/ della Commissione del Parlamento Europeo per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere.

Sono stati selezionati i lavori migliori tra quelli che hanno partecipato al concorso. La commissione esaminatrice, istituita dall’amministrazione, di cui hanno fatto parte anche una rappresentante delle associazioni femminili cittadine ed una pubblicitaria, ha valutato i lavori dei ragazzi in base ai criteri di rispondenza al tema, di originalità, di esecuzione grafica, di sensibilità al tema e di impatto comunicativo.

Sono risultati vincitori:
1° classificato L’eleganza bacia Waterproof, che pubblicizza un rossetto, di Chiara Ravizza, Amanda Pallotta e Laura Fuschillo
2° classificato Energy – 24H, che pubblicizza un deodorante, di Stefano Pulcini e Simone Putzu
3° classificato Il gusto della leggerezza, che pubblicizza uno yogurt, di Leonardo Lamparelli e Davide Insinua.

Tutti e tre i vincitori sono studenti del corso di grafica della professoressa Anna Pollio, dell’Istituto Vittorio Emanuele Ruffini. Gli elaborati dei ragazzi sono stati composti in un manifesto per la celebrazione dell’8 marzo, affisso in città.

Potrebbe interessarti

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

  • Curiosità: in Trentino c'è... la Val Genova. Cos'ha in comune con il capoluogo ligure?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Guida ubriaco veicolo della Pubblica assistenza e provoca incidente

Torna su
GenovaToday è in caricamento