Coronata, allarme furti in appartamento. I residenti: «Aiutateci»

«Abbiamo paura», scrivono sui social gli abitanti del quartiere, che si sono organizzati con chat di gruppo e pattugliamenti per cercare di prevenire i colpi

«Coronata è sotto assedio da un mese»: così si sfoga su Facebook, piazza virtuale in cui lanciare appelli e richieste di aiuto, un residente di via San Giacomo Apostolo, che lunedì ha subito un furto, l’ennesimo, in appartamento. E il quartiere insorge, chiedendo maggiore attenzione da parte delle forze dell’ordine e del Comune: «Ci sentiamo abbandonati».

A oggi i residenti di Coronata si sono organizzati sui social e su chat di gruppo, inviando segnalazioni e scambiandosi informazioni su volti sconosciuti avvistati in giro per il quartiere e su episodi sospetti, come quello registrato all’ex scuola Fogazzaro, dove nei giorni scorsi qualcuno ha provato a introdursi in cerca di oggetti di valore. Sul posto, dopo la segnalazione di un cittadino, sono intervenuti polizia e carabinieri, ma al loro arrivo nell’area non c’era ormai più nessuno. 

Ed è solo l’ultimo di una lunga serie di furti o tentati furti riportati nelle ultime settimane da chi abita sulle colline del ponente: gli abitanti di via Monte Guano, via Purgatorio, via San Giacomo Apostolo ogni notte si addormentano con il timore di risvegliarsi al rumore di vetri infranti o con sconosciuti ai piedi del letto, tanto che alcuni hanno già condiviso foto in cui si nota un ceppo di coltelli di fianco al comodino. Stando a quanto condiviso sempre sui social, una pensionata si è ritrovata i ladri in casa ed è stata costretta a chiudersi in una stanza sotto minaccia di un’arma sino a quando non sono fuggiti

«Abbiamo paura», scrivono sempre sui social, dove è arrivata anche la proposta di organizzarsi in ronde per pattugliare il quartiere e scoraggiare eventuali malintenzionati. Della questione si è interessato il consigliere comunale Maurizio Amorfini, che martedì pomeriggio ha portato in Sala Rossa un'interrogazione in proposito insieme con il consigliere Valeriano Vacalebre: «Ci sono stati 10 furti accertati, un'altra dozzina tentati, ho parlato personalmente con una donna anziana che si è ritrovata in casa un individuo che le ha puntato contro una pistola. I residenti vivono nel terrore - ha detto Amorfini - Una soluzione potrebbe essere installare due telecamere, una in piazza Massena e una a Coronata, le uniche due vie da cui è possibile arrivare a Coronata».

La replica è arrivata dall'assessore alla Sicurezza, Stefano Garassino, che ha assicurato che Coronata è stata al centro dell'ultimo incontro del comitato per l'Ordine e la Sicurezza, durante il quale sia il questore sia gli altri rappresentanti delle forze dell'ordine hanno annunciato l'intenzione di potenziare i controlli grazie anche alle nuove risorse in arrivo in Liguria: «Quella delle telecamere è una buona idea - ha concluso - Sottoporrò la proposta a Società per Cornigliano, che a breve inizierà i lavori di restyling previsti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

  • Due rapine in altrettante sere, sempre nello stesso posto

Torna su
GenovaToday è in caricamento