Spaccio di eroina ai giardini Melis, un arresto

La Polizia ha arrestato un pusher di 27 anni in seguito alle segnalazioni dei residenti di Cornigliano

Intorno alle ore 17 di martedì 12 marzo 2019 la Polizia ha arrestato un 27enne di origini ecuadoriane, con precedenti specifici, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

La squadra investigativa del Commissariato di Cornigliano, a seguito di alcune segnalazioni di smercio e di consumo in luogo pubblico di sostanze stupefacenti, ha effettuato un servizio di appostamento all’interno dei giardini Melis. Gli agenti, ben posizionati, hanno visto il 27enne raccogliere alla base di un albero un involucro per poi cederlo ad un genovese di 57 anni.

Immediatamente i poliziotti hanno fermato entrambi i soggetti recuperando anche la dose appena venduta, risultata poi essere eroina, per un peso di 0,72 grammi. Il pusher è stato poi trovato in possesso di altri 8 involucri contenenti la stessa sostanza, per un peso complessivo di 5,58 grammi, nonché della somma di 35 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio.

Il pusher è stato processato per direttissima nella mattinata di mercoledì 13 marzo 2019.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sestri: aperta la passerella, nuovo bus per l'aeroporto

  • Economia

    Classifica efficienza dei Comuni italiani, Genova arranca

  • Cronaca

    Centri storico, maxi blitz dei carabinieri contro lo spaccio: 6 arresti

  • Cronaca

    Morandi, prove di demolizione con esplosivo nella cava di Camaldoli

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Schianto in moto a Rivarolo, muore 25enne

  • Genoa: incubo retrocessione, tutti i calcoli per la salvezza

  • Costa Crociere assume, 300 posti disponibili a bordo: come partecipare alle selezioni

  • «Eroe, ci mancherai»: domani i funerali di Andrea. A Marassi serrande abbassate

  • Schianto a Rivarolo: choc per la morte di Andrea, si cerca ancora il ladro

Torna su
GenovaToday è in caricamento