Spese pazze in Regione, tutti condannati

Quattro anni per Scialfa e Fusco, tre per Palladini e 9 mesi per De Lucchi. È quanto ha stabilito il tribunale di Genova nell'ambito del processo sulle cosiddette 'spese pazze' in Regione

L'ex vice presidente della giunta regionale, Nicolò Scialfa, è stato condannato a 4 anni e 6 mesi per peculato e falso ideologico nell'ambito del processo sulle cosiddette 'spese pazze' in Regione. Condannati anche l'ex capogruppo Idv, Marylin Fusco (4 anni), l'ex parlamentare dell'Idv Giovanni Palladini (3 anni) e l'ex tesoriere Giorgio De Lucchi (9 mesi, assolto per peculato, condannato per falso).

Il periodo incriminato è quello compreso tra il 2010 e il 2012. I consiglieri avrebbero fatto acquisti personali (vini, taxi, libri, parrucchieri e cibo per animali, mutandine di pizzo) con i soldi erogati dalla Regione a titolo di rimborso elettorale.

Maruska Piredda e Stefano Quaini erano già stati condannati in appello con rito abbreviato, rispettivamente a 2 anni e 6 mesi e a 2 anni e 2 mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

Torna su
GenovaToday è in caricamento