Cimiteri nel degrado: otto detenuti li ripuliranno

Il cimiteri di Staglieno, il Torbella di Rivarolo e il cimitero della Castagna di Sampierdarena saranno presto rimessi in sesto grazie a un progetto che vede coinvolti otto detenuti o persone sottoposte a provvedimenti restrittivi

Genova - Otto detenuti, donne e uomini, lavoreranno per risistemare alcuni cimiteri cittadini. L'iniziativa nasce da un accordo fra il Comune di Genova - assessorato Legalità e Diritti-, il provveditorato regionale per l'amministrazione Penitenziaria per la Liguria (PRAP) e la magistratura di sorveglianza di Genova.

In collegamento al protocollo, nell'ambito del progetto: 'Una Mano Amica nei Cimiteri di Genova', sono stati sottoscritti alcuni accordi operativi con le direzioni delle case circondariali di Marassi e di Pontedecimo e con l'ufficio esecuzione penale esterna (UEPE), per l'inserimento lavorativo di otto persone, uomini e donne, sottoposte a provvedimenti giudiziari restrittivi.

Il progetto prevede l'erogazione di otto borse - lavoro, nel periodo compreso tra i mesi di marzo e ottobre, per interventi di manutenzione ordinaria, pulizia e mantenimento del decoro in alcuni cimiteri della città (il cimitero monumentale di Staglieno, il cimitero Torbella di Rivarolo e il cimitero Castagna di Sampierdarena).

Gli interventi, che si ripeteranno tre volte alla settimana, avranno inizio dopo una breve formazione di addestramento al lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • Elicottero su via Balbi e Principe, Alberto Angela al lavoro per le sue "Meraviglie"

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

Torna su
GenovaToday è in caricamento