Lotta al degrado, l'assessore alla Legalità: «Ho chiesto a Bucci 40 vigili in più»

Centro storico, Sampierdarena e Valpolcevera le zone da pattugliare. Nei vicoli, intanto, potrebbero spuntare cartelli "anti degrado"

Nuove assunzioni nella polizia Municipale per aumentare i controlli, nuovi cartelli che indichino chiaramente divieti e sanzioni, telecamere di sorveglianza pronte a riprendere chi li vìola per "metterli alla berlina" su YouTube: queste le iniziative che l’assessore comunale alla Legalità, Stefano Garassino, ha annunciato per centro storico e Sampierdarena contro degrado e movida sregolata.

L’occasione è stata la presentazione di un progetto cui le associazioni attive alla Maddalena lavorano ormai da tempo, “Dare un posto al disordine / Ogni cosa al suo posto”: l’idea è quella di sfruttare il teatro sociale e di strada per aumentare il senso di comunità nella zona della Maddalena, facilitando e stimolando l’inclusione e la comunicazione attraverso l’arte e lo spettacolo. Un’iniziativa sperimentale, che ha alle spalle mesi di lavoro sul territorio e con i residenti, culminata con un “presidio artistico” in cui musicisti e artisti di strada forniscono, anche grazie alla presenza di mediatori culturali, una nuova chiave di lettura della zona. Incentrata sull’inclusione e sulla movida “positiva”.

Cartelli e sanzioni più aspre

Un’impresa difficile iniziata 2 anni fa in un territorio complesso, che in questi giorni si è concretizzata davanti agli occhi di residenti e turisti. Il Comune, dal canto suo, ha annunciato l’intenzione di contribuire prendendo spunto da altre città europee in cui la movida ha più volte rischiato di andare fuori controllo: «L’idea è quella di installare cartelli che indichino chiaramente sia il divieto di portare con sé e consumare bevande alcoliche in contenitori di vetro per strada sia la sanzione in caso di infrazione, che oggi ammonta a 200 euro. Ma abbiamo intenzione di aumentarla», ha spiegato l’assessore Garassino, che nei prossimi mesi vorrebbe concretizzare l’iniziativa aggiungendo anche cartelli nei pressi delle videocamere di sorveglianza che “minacciano” di riprendere chi usa i caruggi come toilette a cielo aperto e di postare i filmato su un canale YouTube aperto appositamente.

Nuove assunzioni per la Municipale

Un modo alternativo per contrastare degrado ed episodi di inciviltà, cui dovrebbe sommarsi un aumento dei controlli da parte della Municipale se venissero trovate le risorse per assumere nuovi agenti: «Con il sindaco Bucci abbiamo parlato di nuove assunzioni, di cui c’è molto bisogno - ha proseguito Garassino - Negli ultimi anni 7 anni siamo finiti sotto organico, e abbiamo dovuto rinunciare a servizi importanti soprattutto in centro storico, a Sampierdarena e in Valpolcevera. L’obiettivo è quello di assumere 40 persone in più entro la fine dell’anno, da impiegare nei quartieri che ne hanno più bisogno».

Prevenzione nelle scuole superiori

Infine, un accenno alla prevenzione: «A partire da settembre vorremmo organizzare una serie di incontri nelle scuole superiori per coinvolgere i più giovani e metterli in guardia contro i rischi rappresentanti dall’abuso di alcol. Agli incontri dovrebbe partecipare un medico, che illustrerebbe le conseguenze dal punto di vista fisico e psicologico, e un agente della Municipale, che si occuperebbe invece di spiegare nel dettaglio le sanzioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Schianto mortale a Pra', lutto per la scomparsa di Luca

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Curiosità sui quartieri di Genova: perché Quarto e Quinto si chiamano così?

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

Torna su
GenovaToday è in caricamento