Centri sociali, Piciocchi: «Dovranno regolarizzarsi, o andarsene»

«Il Comune intende agire in maniera decisa, per questo il 20 marzo avvieremo il tavolo del gruppo di lavoro sulla riscossione, dove esamineremo le situazione». Così l'assessore Piciocchi parlando di Zapata, Terra di nessuno e Pinelli

Il consiglio comunale odierno è iniziato come di consueto con la discussione degli articoli 54, interrogazioni a risposta immediata. Davide Rossi (Lega) ha introdotto il tema della situazione dei centri sociali genovesi, con particolare riferimento a quelli in via delle Fontane e nei Magazzini del sale.

Per la giunta ha preso la parola l'assessore Pietro Piciocchi: «abbiamo due immobili dati in concessione ai centri sociali: uno in via Fossato Cicala, che ospita il Pinelli e un altro in via Bartolomeo Bianco, che ospita il Terra di nessuno. I Magazzini del sale, che abbiamo acquisito dal Demanio in epoca piuttosto recente, sono stati occupati abusivamente dallo Zapata. Tale situazione dovrà necessariamente essere regolarizzata, così come dovrà essere saldato il pregresso».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Anche gli altri centri sociali - ha concluso l'assessore-  sono in situazione di morosità nei confronti del Comune: al 31 gennaio scorso, il Terra di nessuno aveva un debito di seimila euro, mentre la morosità del Pinelli ammontava a 11mila 544 euro. Abbiamo già inviato alcune diffide, che sono state rifiutate. Deve esser chiaro che il Comune intende agire in maniera decisa, per questo il 20 marzo avvieremo il tavolo del gruppo di lavoro sulla riscossione, dove esamineremo le situazione. In ogni caso tutti dovranno regolarizzarsi, in alternativa dovranno andarsene. Per quanto riguarda via delle Fontane, i locali sono di proprietà dell'Università».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

  • Coronavirus, la foto della speranza: intubata per 7 giorni, 27enne migliora e si risveglia

  • Coronavirus, ecco il nuovo modulo di auto-certificazione per gli spostamenti

Torna su
GenovaToday è in caricamento