Aggredisce una passante e poi danneggia una vetrina

Un marocchino di 30 anni irregolare e gravato di pregiudizi di polizia è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali dolose

In evidente stato di alterazione, senza alcun motivo, ha prima aggredito una donna, al momento rimasta sconosciuta, e poi ha danneggiato la vetrina di un esercizio pubblico. È successo nel corso della mattinata di giovedì 21 febbraio 2019 in centro a Genova.

Notato il sopraggiungere dei carabinieri, il trentenne si è dato alla fuga, ma è stato inseguito e bloccato. All'invito di esibire i documenti, è scappato di nuovo, dopo aver spintonato e strattonato i militari, ma è stato bloccato definitivamente.

Durante la colluttazione, un carabiniere ha riportato lesioni giudicate guaribili in sette giorni. L'uomo, un marocchino di 30 anni irregolare e gravato di pregiudizi di polizia, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali dolose. In mattinata è stato processato con rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento