Compra marmitta da moto su internet, truffato

Un 33enne di Casarza Ligure ha pagato 400 euro per una marmitta, visionata su internet, ma non ha mai ricevuto l'oggetto. Due le persone denunciate

I carabinieri della stazione di Casarza Ligure, a conclusione di indagini scaturite dalla querela sporta lo scorso 25 ottobre da un operaio 33enne del posto, hanno denunciato per il reato di truffa in concorso un 57enne residente in provincia di Chieti e una cittadina bulgara residente nel foggiano.

I militari hanno accertato che i due hanno ricevuto dal denunciante la somma in denaro di circa 400 euro tramite una ricarica poste-pay, quale corrispettivo per l'acquisto di una marmitta per motociclo, che non è stata mai consegnata al malcapitato.

Nel corso dell'indagine è emerso che il 57enne era il titolare della carta prepagata utilizzata per la riscossione della somma in denaro, mentre la donna era l'intestataria dell'utenza telefonica utilizzata per la trattiva di vendita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è un secondo caso alla Spezia

  • Apre nuovo centro per anziani a Genova, 50 assunzioni

  • Coronavirus, altri casi in Liguria: sono 16 in totale

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

Torna su
GenovaToday è in caricamento