Casarza: comprano carrelli elevatori ma pagano con assegni scoperti

Un 64enne, imprenditore edile, e un operaio 28enne sono stati denunciati dai carabinieri per truffa per non aver saldato il pagamento di due carrelli elevatori, inizialmente pagati con assegni scoperti

Ieri i carabinieri di Casarza Ligure, al termine di accertamenti, scaturiti da una querela sporta da un 60enne, titolare di una ditta con sede nella cittadina, hanno denunciato per truffa un 64enne, imprenditore edile, e un operaio 28enne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due hanno acquistato due carrelli elevatori, ma, dopo aver versato duemila euro di acconto e a saldo con assegni, risultati poi non solvibili, hanno ommesso di regolarizzare il saldo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Tragico schianto in via Merano, muore scooterista

  • Malore fatale in strada, tragedia a Santa Margherita Ligure

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Ritrovato dopo otto anni un giovane scomparso da Roma

  • A settembre su Sky la serie con Paola Cortellesi, ambientata a Genova

Torna su
GenovaToday è in caricamento