Casarza: comprano carrelli elevatori ma pagano con assegni scoperti

Un 64enne, imprenditore edile, e un operaio 28enne sono stati denunciati dai carabinieri per truffa per non aver saldato il pagamento di due carrelli elevatori, inizialmente pagati con assegni scoperti

Ieri i carabinieri di Casarza Ligure, al termine di accertamenti, scaturiti da una querela sporta da un 60enne, titolare di una ditta con sede nella cittadina, hanno denunciato per truffa un 64enne, imprenditore edile, e un operaio 28enne.

I due hanno acquistato due carrelli elevatori, ma, dopo aver versato duemila euro di acconto e a saldo con assegni, risultati poi non solvibili, hanno ommesso di regolarizzare il saldo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

Torna su
GenovaToday è in caricamento