Emergenza idrica a Casarza, 6mila persone senz'acqua

Dal 31 agosto gli abitanti della cittadina sono costretti a servirsi delle autobotti anche per cucinare e lavarsi i denti. Dal sindaco le rassicurazioni: «Lavoriamo per una soluzione alternativa al pozzo inquinato»

E’ ancora emergenza idrica a Casarza e in zona Makallè, nel comune di Sestri Levante, dove da più di 48 ore gli abitanti sono costretti a fare a meno dell’acqua potabile a causa della presenza di sostanze inquinanti nel pozzo Case Nuove, la falda acquifera che alimenta l’acquedotto.

Il provvedimento che vieta l'utlizzo dell'acqua che esce dai rubinetti della cittadina è stato adottato due giorni fa dal Comune, che ha spiegato che la presenza di idrocarburi nell’acqua è dovuta a un incidente avvenuto sulla A12 lo scorso 12 luglio che ha coinvolto un autocisterna. A oggi sono 6mila le persone rimaste "a secco", costrette ad affidarsi alle autobotti per cucinare e lavarsi i denti, e ai punti di approvvigionamento organizzati nel centro di Casarza, a Francolano e a Bargonasco. 

I tecnici della società che gestisce l’acquedotto sono al lavoro per bonificare e ripristinare la falda, ma la preoccupazione adesso riguarda le piogge previste per i prossimi giorni che potrebbero aggravare ulteriormente la situazione, mentre tra i residenti cresce la rabbia per una situazione che si prolunga ormai da troppo tempo. Intanto il sindaco di Casarza, Giovanni Stagnaro, ha fatto sapere di essersi riunito proprio oggi con i rappresentati dei comuni di Castiglione Chiavarese, Moneglia e Sestri Levante e di Iren, Idrotigullio e Asl di Chiavari, oltre che con la Regione per «esaminare la situazione e individuare le soluzioni più rapide e sicure per eliminare le criticità, oltre che assicurare la distribuzione dell’acqua potabile in situazione di sicurezza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine dell’incontro, fa sapere il sindaco, è stato deciso di creare un gruppo di lavoro immediatamente operativo per la progettazione di «un intervento alternativo all’utilizzo del pozzo. Nel frattempo continuerà il monitoraggio quotidiano – iniziato il 13 luglio 2015 – da parte del gestore Sap Srl e dell’Asl 4 di Chiavari». Sulla pagina Facebook del Comune di Casarza, intanto, vengono postati quotidianamente aggiornamenti sulla posizione delle autobotti presso cui approvvigionarsi di acqua potabile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • La 'movida' violenta di Priaruggia, residente aggredito da ragazzini ubriachi

  • Incidente a Nervi, identificata la vittima; guidatore positivo ai test tossicologici

  • Giovani turisti lombardi devastano Moneglia

  • La gigantesca Scarlet Lady torna a Genova prima di salpare per i Caraibi

Torna su
GenovaToday è in caricamento